Giovedì, 29 Settembre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Idealista: -43% di stanze in affitto, Milano 500 euro per singola

De Tommaso: con post-Covid su la domanda, pesa mercato short-term

14 Settembre 2022

Milano, 14 set. (askanews) - Crolla in Italia l'offerta delle case in condivisione, giù del 43% in un solo anno. Lo rileva il consueto rapporto sulle stanze in affitto di Idealista. Con la disponibilità delle singole che scende aumentano i prezzi medi che vanno su del 4,3%. Il primato di città più cara per i fuorisede resta saldamente nelle mani di Milano dove servono 500 euro per una stanza. Vincenzo De Tommaso, responsabile dell'Ufficio studi di Idealista: "E' l'effetto del post-Covid: con il ritorno dell'attività economica e il rientro degli studenti universitari in presenza. Tutto ciò ha spinto molto la domanda nell'ultimo anno che ha dovuto fare i conti con un'offerta che è diventata anche più esigua per il fatto che molti immobili sono finiti nel mercato short-term quindi nel mercato turistico".

Milano, la più cara, precede Bologna, dove si spendono 430 euro per una singola, Roma (a 425 euro) e Torino (ferma a 400). All'opposto della classifica Reggio Calabria dove bastano 170 euro per una stanza. Ma se in un anno cambia poco la classifica dei prezzi, emergono novità nel target.

Le città più care sono le città che combinano l'attrazione universitaria con quella lavorativa. Si è verificato un calo dell'età media di chi cerca una stanza singola per l'affitto che cala dai 34 anni di media ai 32 del 2022. Sono non fumatori e non accettano fumatori, non posseggono animali e non accettano possessori di animali tra i coinquilini". Un calo dell'età media che l'Ufficio studi di Idealista spiega con la ripresa del mercato del lavoro post pandemia che ha risollevato l'occupazione delle fasce di età più giovani.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti