Venerdì, 19 Agosto 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Vicino ad Amsterdam la terra torna alla gente per coltivare

Progetto pioniere ad Oosterwold, spazio verde di 43 km quadrati

05 Luglio 2022

Roma, 5 lug. (askanews) - Benvenuti a Oosterwolde, uno spazio verde di 43 chilometri quadrati vicino ad Amsterdam, dove gli amministratori hanno deciso di "restituire la terra agli abitanti" e di lasciarli liberi anche di costruire, a patto di destinare metà del terreno all'agricoltura urbana.

"Sì, facciamo del nostro meglio, non siamo sicuramente degli agricoltori professionisti, abbiamo cominciato con il potare gli alberi da frutto, l'obiettivo è che Osterwolde produca più cibo di quello che consuma", ha spiegato a France Presse Jeroen Dobber, uno dei residenti.

Ognuno costruisce con i suoi tempi e secondo la sua fantasia ad Oosterwolde. Barbara van Schaick, che ha lasciato Amsterdam due anni fa per questo progetto pioniere, nella sua porzione di terreno ha seminato pomodori, cipolle e alberi da frutto vicino alla sua casa, ancora in costruzione:

Barbara van Schaick, residente a Oosterwolde: "Potete costruire tutto da soli, decidete tutto voi, non ci sono delle condizioni. È molto piacevole, soprattutto la combinazione con l'agricoltura urbana. È piacevole, aperto, si può vivere all'esterno. Allora sì, questo mi attira davvero".

Il terreno è situato su dei "polder", i tratti di mare asciugati artificialmente, prima che venisse restituito alla gente nel 2016, grazie a un'iniziativa di un'azienda (MVRDV) e un politico olandese.

"Infatti, si è passati dal mare alla terra agricola. Per molto tempo si trattava di terre agricole di agricoltori biologici, a partire dagli agricoltori biologici, a partire da agricoltori biologici e terre biologiche, hanno fatto di Oosterwolde un progetto in cui la terra torna alla gente", afferma Nadine Alsaz, qui dal 2017.

Le case future di Oosterwolde dovranno essere ben isolate e gli abitanti dovranno privilegiare le energie rinnovabili e le pompe a calore.

Immagini France Presse

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti