Lunedì, 27 Giugno 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Terna: lavori sotto tensione necessari per transizione energetica

Gestore rete elettrica organizza l'evento "Icolim" a Torino

16 Giugno 2022

Torino, 16 giu. (askanews) - Terna, società che gestisce la rete elettrica italiana, ha organizzato e coordinato la tredicesima edizione di Icolim, la principale manifestazione internazionale dedicata ai Lavori Sotto Tensione, che si tiene al Lingotto Fiere di Torino.

Francesco Zanuzzi, direttore della rete di trasmissione nazionale:

"Icolim è la conferenza internazionale più importante al mondo sui lavori sotto tensione, che prevedono una metodologia di lavoro particolare che consente a noi operatori dei sistemi di trasmissione di intervenire sui nostri impianti senza richiederne il fuori servizio".

"È una conferenza che è arrivata alla tredicesima edizione, vede la partecipazione di oltre 500 persone provenienti da tutta Europa e da tutto il mondo, in rappresentanza di oltre 50 aziende e circa 20 Paesi. Nell'ambito di questa conferenza ci confrontiamo e condividiamole migliori esperienze, quindi le best practices, e condividiamo come procedere per sviluppare ulteriormente questa tecnologia, una metodologia di lavoro che ci permette di conseguire enormi vantaggi, soprattutto nel periodo che stiamo attraversando di transizione ecologica e di sicurezza e autonomia energetica".

Il sistema energetico si sta facendo sempre più complesso, anche per l'introduzione delle fonti rinnovabili. Sono dunque richiesti grandi investimenti per affrontare le sfide future.

"Nell'ambito della transizione energetica abbiamo un ruolo importante, di regista, e per questo nel nostro Piano Industriale 'Driving Energy' abbiamo previsto importanti investimenti, circa 10 miliardi complessivi, nel periodo 2021-25. La transizione energetica comporta un cambio di paradigma nell'esercizio del sistema elettrico perché siamo passati da centinaia di punti di generazione, con le tradizionali centrali a combustibile fossile, a un sistema che vede invece collegato alla rete oltre un milione di punti di generazione da fonti rinnovabili. Le fonti rinnovabili sono per loro natura non prevedibili, non programmabili e variano nel tempo".

La tecnica di Terna è tra le più innovative in Europa. Per valorizzarla, l'azienda ha creato un centro di formazione specifico per i lavori sotto tensione. "Qui in Piemonte abbiamo un centro di addestramento delle nostre risorse, a Viverone, in provincia di Biella. È una scuola di eccellenza dove alleniamo e addestriamo le nostre persone a operare secondo, appunto, la metodologia dei lavori sotto tensione. Sono delle pratiche molto specialistiche che richiedono mesi di addestramento prima chele nostre persone possano operare in tal modo. È un fiore all'occhiello di Terna, dove ospitiamo anche operatori di ditte straniere".

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti