Giovedì, 30 Giugno 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Egitto, centinaia di statuette e sarcofagi ritrovati a Saqqara

L'ultimo di una serie di ritrovamenti nel sito a Sud del Cairo

31 Maggio 2022

Roma, 31 mag. (askanews) - Circa 150 statuette e 250 sarcofagi sono stati scoperti nel sito archeologico di Saqqara, in Egitto, a Sud del Cairo. É solo uno degli ultimi ritrovamenti nella vasta necropoli dell'antica capitale Menfi, sito patrimonio dell'umanità dell'Unesco.

Tra le statuette ce ne è anche una che raffigura Imhotep ha spiegato Mostafa Waziri, a capo del Consiglio supremo delle antichità egiziane, l'architetto che nel terzo millennio a.C., costruì la piramide a gradoni di Gioser, una delle prime dell'antico Egitto. E in seguito considerato anche come dio della medicina. Le altre statuette rinvenute raffigurano dei e dee, tra cui Anubi, Osiride, Iside, Nefertum e Hathor.

"Ci sono anche due statue di bronzo a lutto - ha detto Ashraf Oweis, segretario generale del team di restauro delle antichità di Saqqara - queste due sono incredibili. Quando le abbiamo trovate, eravamo davvero spaventati perché solo il suono del nostro respiro faceva rumore sullo strato esterno di bronzo".

I sarcofagi in legno contengono mummie risalenti al V secolo a.C. In uno di loro è stato ritrovato un papiro intatto e sigillato di circa nove metri che sembra contenere alcuni capitoli del Libro dei Morti, una raccolta di testi funerari che gli egizi usavano per guidare i defunti attraverso gli inferi.

"Ora i sarcofagi saranno trasferiti al Grande Museo Egizio - ha spiegato Mostafa Waziri - come per le scoperte effettuate nel 2020, i reperti sono stati trasferiti al Grande Museo Egizio e in altri musei".

La missione archeologica ha completato il suo quarto scavo a Saqqara dal 2018 e ne condurrà un quinto a settembre.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti