Sabato, 28 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Sostenibilità ed economia circolare a "The innovation alliance"

In Fiera Milano 1.600 aziende della meccanica strumentale

05 Maggio 2022

Milano, 5 mag. (askanews) - E' la sostenibilità ambientale uno dei temi al centro di "The Innovation Alliance", la kermesse del settore della meccanica industriale che con 1.600 aziende si incontra in Fiera Milano con quattro mostre sinergiche, Ipack-Ima, Print4all, GreenPlast e Intralogistica Italia. Con l'obiettivo di condividere strumenti, soluzioni e applicazioni che contribuiranno allo sviluppo del comparto manifatturiero in ottica circolare. Una filiera strategica del made in Italy che in Italia vale 26.5 miliardi di euro e che occupa 107mila addetti, con una quota media destinata all'export pari al 60 per cento del totale.

Massimo Bellingardi, Marketing coordinator di Omet. "Il tema della sostenibilità è decisamente uno dei trend più importanti in questo momento - ci ha detto - Come produttori di macchine da stampa per etichette di imballaggi, guardiamo con molta attenzione alla sostenibilità perché dobbiamo permettere ai nostri clienti, quindi gli stampatori italiani e di tutto il mondo, di poter stampare qualsiasi tipo di materiale, e quindi anche materiali riciclabili, con l'utilizzo di inchiostri sostenibili, con la possibilità di asciugare gli inchiostri con sistemi Uv Led e quindi con meno emissioni nocive e dando il massimo delle prestazioni della macchina anche a livello di flessibilità per permettere un risparmio energetico in fase di produzione".

Marino Ferrarese parla dell'impegno in termini di sostenibilità ambientale di Uteco, di cui è direttore commerciale. "Ci adoperiamo per fare in modo che i materiali vengano accoppiati e stampati usando materie prime che siano riciclabili facilmente, sia in modo organico sia meccanico in moto più efficace possibile - ci ha spiegato - E' importante per esempio che il packaging venga smaltito nel modo più efficiente possibile. Per fare ciò è importante per esempio che non vengano accoppiati materiali che devono essere a loro volta differenziati, perché è difficile la successiva differenziazione".

Fernando Gordillo, L&P Sustainability Lead di Hp, spiega la strategia della multinazionale per la sostenibilità del prodotto e sul riciclo. "Le macchine vengono spedite ai clienti con una certificazione di costruzione CO2 neutral, quindi l'impatto sull'ambiente è il minimo possibile, quindi è lo zero, alla fine - ha affermato - Questo è un discorso. L'altro è del riutilizzo, il riciclo, di tutti i materiali. Quando il cliente fa la stampa ci curiamo di prendere il materiale che si usa nella macchina, sia gli inchiostri sia le parti in metallo e in plastica, e di riutilizzarlo. Inoltre, abbiamo anche studiato l'impatto sull'ambiente della stampa. Quando il cliente ha già messo il packaging sul mercato, qual è la possibilità di riciclo quando si stampa in digitale. Abbiamo visto che la percentuale di riciclo è molto elevata".

La strada per una sostenibilità totale - ammettono gli addetti ai lavori - è tuttavia ancora lunga. E uno dei punti chiave è il coordinamento degli sforzi da parte di tutti gli attori delle filiere di settore.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti