Venerdì, 20 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

"Per un millennial su tre la libertà è un valore irrinunciabile"

Lo rivela una ricerca Kérastase che lancia 'Freedom is beauty'

03 Maggio 2022

Milano, 3 mag. (askanews) - Essere liberi, molto più che ricchi, belli o potenti. Pochi dubbi per i giovani italiani: il 33% non rinuncerebbe mai alla propria libertà, una percentuale ben superiore a chi non sacrificherebbe l'amore (al 28%), la ricchezza (20%), la bellezza (8,7%) o il potere (6,4%). E' la fotografia scattata da Kérastase con la ricerca 'La Libertà per i millennial italiani' realizzata su un campione di 2mila persone, tra i 18 e i 36 anni. Uno studio che dà l'avvio al progetto Freedom is beauty, come racconta Matteo Felicioni, Direttore Marketing Kérastase: "La libertà è emersa come una priorità per i giovani italiani, la libertà è anche un tema fondamentale per Kérastase. La libertà di accettarsi, di scegliere e seguire i propri desideri. La libertà di dare espressione ad altre donne e di decidere con chi fare o non fare il proprio cammino di vita. La libertà, freedom, e beauty, la bellezza con la B maiuscola, mette insieme due temi molto importanti per la marca che si prende cura dei capelli ma anche di tutte le donne e in questa cura rientra proprio la libertà".

Con Freedom is beauty Kérastase sostiene il progetto Reama di Fondazione Pangea, onlus che opera in Italia e all'estero nell'ambito dell'empowerment femminile e nell'aiuto alle donne vittime di ogni forma di limitazione alla loro libertà fisica, psicologica o economica. Silvia Redigolo, responsabile raccolta fondi e comunicazione di Fondazione Pangea Onlus.

"La libertà per le donne che subiscono violenza domestica è non avere paura, poter vivere in serenità con i propri bambini senza aver paura dell'uomo che si ha accanto potendo fare ciò che vogliono senza aver paura che ogni gesto possa scatenare la rabbia o la violenza del loro partner. Reama ha uno sportello antiviolenza online che è importante perché le donne possono chiedere aiuto, un consiglio per poi iniziare attraverso le nostre operatrici un percorso per uscire dalla violenza e ricominciare a vivere in libertà". Il progetto Reama è una rete nazionale che integra il lavoro dei centri anti-violenza per ascoltare le centinaia di donne che ogni anno si rivolgono a Pangea Onlus per fuggire dalla violenza domestica.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti