Lunedì, 24 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

"7 donne e un mistero", Buy: unite saremo sempre più forti

Il 25 dicembre al cinema il film di Alessandro Genovesi

15 Dicembre 2021

Roma, 15 dic. (askanews) - Quest'anno il 25 dicembre arriva nei cinema un film tutto al femminile, "7 donne e un mistero", diretto da Alessandro Genovesi, con delle splendide attrici: Margherita Buy, Ornella Vanoni, Diana Del Bufalo, Sabrina Impacciatore, Luisa Ranieri, Micaela Ramazzotti e Benedetta Porcaroli.

Ispirato a "8 femmes" di François Ozon, racconta le concitate ore che seguono l'omicidio di un imprenditore, nella casa in cui ci sono solo le "sue" donne: moglie, suocera, figlie, cognata, amante e cameriera. Il giallo e la commedia si mescolano quindi in un crescendo di sospetti, segreti, rivelazioni e colpi bassi.

A proposito di quest'esperienza tutta al femminile Buy e Ramazzotti raccontano:

"E' stata un'esperienza surreale. Io sono veramente sempre una che sta sempre per cavoli suoi, e tante donne così mi ha fatto molto bene, ha fatto proprio molto bene a me".

"Volevo veramente conoscerle, volevo interagire con loro, volevo veramente avere a che fare con delle mie colleghe, brave, intelligenti, questo è il grande arricchimento. Sono convinta che sette uomini insieme non sarebbero stati in grado di portare a fine riprese il film".

A proposito del lavoro fatto insieme sul set Luisa Ranieri e Sabrina Impacciatore raccontano: "Siamo tutte professioniste, ci siamo incontrate su un piano sia professionale che emotivo, e sono nate delle relazioni, alcune si sono fortificate e altre sono completamente nuove".

"Il fatto che esista una chat dove noi ci sentiamo, confrontiamo, ogni tanto facciamo il punto, 'come va? Come state? Come ti senti? Come è andata la visita medica? Come stai oggi?', questa secondo me è una cosa che dà la misura della chimica e della complicità che si è sviluppata in questo film".

L'alchimia tra le protagoniste è ben visibile in questo film, che si regge molto sulla loro bravura e sulla loro ironia. E per Margherita Buy il messaggio è molto chiaro:

"Basta con questa idea che le donne devono farsi la guerra, se siamo unite saremo sempre più forti: è un messaggio molto bello, molto importante".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti