Venerdì, 03 Dicembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Mattarella: magistrati rifuggano corporativismo e protagonismo

"Assicurare migliori soluzioni per funzionamento della giustizia"

24 Novembre 2021

Firenze, 24 nov. (askanews) - "Le vicende registrate negli ultimi tempi nell'ambito della Magistratura non possono e non devono indebolire l'esercizio della 'funzione giustizia', essenziale per la coesione di qualunque società, anche della nostra comunità, attività, del resto, svolta quotidianamente, con serietà, impegno e dedizione, negli uffici giudiziari. Se così non fosse, ne risulterebbero conseguenze assai gravi per l'ordine sociale e un nocumento per l assetto democratico del Paese. Ma occorre un ritrovato rigore".

Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel corso della cerimonia per il decennale della Scuola superiore di magistratura a Scandicci (Firenze).

"Alla Scuola compete, in questa congiuntura, imprimere impulso alla consapevolezza di ogni magistrato dell'etica che deve accompagnarlo, dalla quale non si può prescindere per assicurare al cittadino la doverosa qualità e credibilità dell Ordine giudiziario - ha aggiunto Mattarella - anche la garanzia della sua indipendenza, elemento irrinunziabile nel modello della Costituzione, risiede nel prestigio che gli viene riconosciuto e, quindi, anzitutto nella coscienza dei cittadini. È un terreno sul quale non sono ammesse esitazioni o incertezze: la Magistratura è chiamata, in questo periodo, a rivitalizzare le proprie radici deontologiche, valorizzando l imparzialità e l irreprensibilità delle condotte individuali; rifuggendo dalle chiusure dell'autoreferenzialità e del protagonismo. L'organo di governo autonomo, quale presidio costituzionale per la tutela dell autonomia e dell indipendenza della Magistratura, è chiamato ad assicurare le migliori soluzioni per il funzionamento dell organizzazione giudiziaria, senza mai cedere ad una sterile difesa corporativa".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti