Domenica, 28 Novembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Xnext, azienda italiana leader in controlli di qualità alimentari

Inaugurato a Milano nuovo demo center: ora internazionalizzazione

23 Novembre 2021

Milano, 23 nov. (askanews) - Un nuovo laboratorio di test e sviluppo delle proprie tecnologie come simbolo di crescita e di espansione anche sul mercato internazionale. Xnext, azienda italiana deep tech che opera nel settore dei controlli di qualità alimentari, ha inaugurato a Milano il proprio XSpectra demo center, dove vengono effettuati i test per i clienti e le stesse macchine vengono addestrate a scoprire i difetti di produzione nelle confezioni alimentari.

"Usando dei software basati sull'intelligenza artificiale - ha detto ad askanews Bruno Garavelli, fondatore e CEO di Xnext - le macchine imparano a riconoscere le caratteristiche del prodotto, un po' come noi impariamo a memoria una poesia e per farlo la ripetiamo più volte. Le macchine fanno lo stesso: imparano sempre di più a riconoscere perfettamente il prodotto buono e conforme da quello non conforme".

La tecnologia Xspectra fa oggi dell'azienda italiana una leader nei sistemi di ispezione X-ray multienergy per i controlli di qualità in tempo reale nei processi industriali. Ma la storia è partita da lontano. "Siamo partiti in due come start-up da garage con un'idea embrionale - ha aggiunto il CEO -, quest'idea era su un pezzo di carta, ma nel 2014 abbiamo fondato Xnext, ci abbiamo messo quasi dieci anni da quella prima intuizione per arrivare al prodotto realizzato e finito di oggi, abbiamo investito oltre 15 milioni di euro, dall'anno scorso siamo sul mercato, abbiamo fatto 10 installazioni, non solo in Italia, ma anche all'estero, e quest'anno chiuderemo il nostro primo bilancio di fatturato già con ricavi nell'ordine di tre milioni di euro come primo anno".

Risultati che hanno portato Xnext a passare in pochi mesi da 24 a 42 dipendenti altamente qualificati e a consolidare la propria dimensione internazionale. "Abbiamo clienti non solo italiani - ha concluso Garavelli - abbiamo installazioni in Francia e a breve apriremo una sede a LeMans per seguire i clienti francesi, ne abbiamo già due e altri stanno chiedendo le nostre macchine. Abbiamo già richieste per installare negli Stati Uniti e in Canada e in altre regioni europee come la Slovacchia, quindi è un'internazionalizzazione che è spinta dalla richiesta del mercato".

Unendo fotonica, microelettronica nucleare e intelligenza artificiale, da Xnext sono in grado di rilevare la presenza di corpi estranei nei cibi direttamente in linea di produzione, che oggi non sarebbero altrimenti rilevabili. Ogni macchina XSpectra installata su una linea di produzione, è in grado di ispezionare, per esempio, 2 milioni di tortellini, 6 milioni di confezioni di biscotti, 36 milioni di formaggini, al mese.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti