Mercoledì, 08 Dicembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Zucchero mette l'anima dentro le sue "DisCover"

Primo progetto di cover della sua carriera

17 Novembre 2021

Milano, 17 nov. (askanews) - Tutti hanno cantato le canzoni di Zucchero "Sugar" Fornaciari e questa volta è lui che interpreta brani di altri big nel nuovo album "DisCover" anticipato dal singolo "Follow you follow me", rilettura coinvolgente di uno dei primi grandi successi a livello mondiale dei Genesis.

"L'idea era quella di dire voglio fare un mio album di cover come se fosse un mio album di inediti e lo voglio fare al meglio che posso. Le ho fatte mie, scorporando gli arrangiamenti originali, facendoli meno importanti, cercando di mettere in primo piano la voce, alcune traducendole in italiano dall'inglese. È un percorso piuttosto lungo che ho potuto fare perchè non eravamo in tour, altrimenti lo avrei rimandato un'altra volta".

Zucchero ha dunque spogliato e rivestito, nel suo stile, canzoni leggendarie, unendo le sue due anime musicali: la tradizione melodica italiana e le radici afroamericane.

"Qui la canzone è già bella, tutto quello che puoi fare è rovinarla, devi stare attento a non rovinarla".

Brani immortali che generano nuove emozioni anche grazie alle tante le collaborazioni importanti come con Bono, Elisa, Mahmood e un duetto virtuale con Fabrizio De André.

Ecco a chi affiderebbe Zucchero le sue canzoni:

Sono le voci e gli interpreti che a me piacciono da sempre, molti purtroppo non ci sono più come Amy Winehouse avrei voluto tanto sentire una mia canzone cantata da lei"

Emozionalmente per Zucchero il lockdown è stato pesante.

"Noi stavamo già facendo le prove generali di un tour che durava un anno, eravamo già con la testa lì tutti. Poi è arrivato lo stop e i primi due mesi sono stati traumatici per tutti, uno dice ora cosa faccio. Un po' di leggera depressione è venuta".

Ora guarda alla sua maxi tournèe di 150 concerti tra speranza, desiderio e preoccupazione.

"Quando vado in tour sono dedicato totalmente al tour, quindi metto tutto quello che posso, faccio anche concerti di tre ore".

Assistere a un live di Zucchero è un'esperienza emozionante e indimenticabile, e dopo tanti mesi di stop ci vuole la sua energia graffiante per riaccendere la passione.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti