Lunedì, 29 Novembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

BacktoWork, raccolti 12 milioni per due scale-up

Bassi: tra le più grandi operazioni di crowd investing in Europa

18 Ottobre 2021

Milano, 18 ott. (askanews) - La piattaforma di Crowdfunding BacktoWork ha partecipato al finanziamento della start up di viaggi-avventura WeRoad che ha appena chiuso un round da 13,5 milioni di euro. BacktoWork ha raccolto oltre 4 milioni di euro grazie all'adesione di oltre 100 clienti di Intesa Sanpaolo Private Banking.

Una operazione che conferma come il crowd investing sia una delle realtà più interessanti e in continua crescita per portare i grandi patrimoni a contribuire al rilancio dell'impresa italiana, messa a dura prova dalla pandemia di Covid-19. Come ha spiegato anche il ceo di BacktoWork, Alberto Bassi: "Per gli investitori è un modo per approcciarsi al mondo di questa asset class innovativa, come le start up e le piccole imprese, in modo semplice, passo dopo passo, investendo piccole somme per poi andare ad aumentare la propria esposizione nel corso del tempo man mano che conoscono meglio lo strumento. E per le imprese è invece uno strumento molto veloce ed efficace che in poco tempo, se sei una bella realtà, ti consente di raccogliere importanti capitali".

Entrando nello specifico, di cosa si occupa una piattaforma di crowd investing? "Noi ci occupiamo di mettere in contatto start up e piccole imprese che cercano finanziatori con il nostro network di manager e investitori che vogliono portare capitali e le proprie competenze nel mondo delle piccole imprese e delle start up. Siamo partecipati da Intesa Sanpaolo dal 2019 che ha deciso di scommettere sulla nostra società vedendo la crescita del mercato del crowdfunding e ovviamente l'ingresso di Intesa ci ha dato una grossa spinta per poter crescere".

Una collaborazione che ha poi portato alla positiva chiusura delle raccolte per due scale-up: appunto WeRoad e anche e-Novia: "Hanno raccolto complessivamente 12 milioni di euro da più di trecento investitori, clienti di Intesa Sanapolo Private Banking che hanno deciso di diversificare una parte del loro patrimonio anche verso questa asset class innovativa. Sono due realtà molto interessanti che rappresentano tra le più grandi operazioni di crowd investing in Europa".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti