Giovedì, 28 Ottobre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Da Tex a Dylan Dog: a Milano in mostra 80 anni di fumetti Bonelli

Alla Fabbrica del Vapore tavole originali e memorabilia

07 Ottobre 2021

Milano, 7 ott. (askanews) - Era il 1941 quando con la pubblicazione del giornale a fumetti "L'Audace" nasceva quella conosciuta oggi come Sergio Bonelli Editore. 80 anni di storie, disegni, personaggi, idee che hanno fatto la storia del fumetto in Italia, hanno attraversato generazioni e hanno dato spazio alla creatività di centinaia di disegnatori.

80 anni celebrati ora da una mostra a Milano, alla Fabbrica del Vapore, che dall'8 ottobre 2021 al 30 gennaio 2022 fra moltissime tavole originali, memorabilia, rarità e albi degli anni Quaranta racconta l'impero di creatività e passione messo in piedi attraverso tre generazioni: Gianluigi Bonelli, fondatore con la moglie Tea Bertasi, che nel 1945 prese in mano le redini della Casa editrice rifondando l'editoria a fumetti italiana, sola in un mondo prettamente maschile, poi il figlio Sergio, scomparso dieci anni fa, e ora il nipote Davide.

Proprio alle origini si è ispirato Gianni Bono, curatore della mostra. "Gianluigi creando la casa editrice e un giornale che si chiamava 'L'Audace' decise di scrivere di vari generi, aveva una penna felicissima, scriveva molto rapidamente e quindi scrisse di giallo, di horror, mistero, fantascienza, avventura - ha spiegato - io ho pensato di far la stessa cosa, una mostra per generi, raccontare tutti i generi che la Bonelli in 80 anni ha cavalcato e continua a cavalcare".

Un viaggio fra tutti i personaggi più amati: Tex Willer, Dylan Dog, Martin Mystère, Mister No, Julia, Dampyr, Nathan Never, Zagor, Dragonero con tavole di grandi disegnatori, come Hugo Pratt e Dino Battaglia.

In mostra passato, presente ma anche futuro ha spiegato ad askanews Michele Masiero, fumettista e direttore editoriale Sergio Bonelli editore secondo cui per il fumetto è un periodo "entusiasmante" per il fumetto italiano, nononostante le difficoltà dell'editoria in generale. "C'è una grande attenzione e rispetto per questo medium che veniva visto un po' con la puzza sotto il naso e adesso invece è visto a pari dignità, ed è una base creativa fondamentale per portare i fumetti di carta anche al di là di queste frontiere; noi ci siamo in questi anni trasformati in una media company e l'obiettivo del futuro è avere fumetti di carta ma anche i nostri eroi al cinema in televisione, nell'animazione, nei videogiochi".

La Bonelli infatti è pronta a debuttare al cinema per il primo film di quello che è stato già battezzato il "Bonelli Cinematic Universe" e che avrà come protagonista Dampyr.

Servizio di Lucilla Nuzzo

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti