Giovedì, 23 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

L'Osservatorio Infojobs conferma: il 2021 sarà anno della ripresa

"Due milioni di ricerche di personale, un milione di CV visti"

15 Settembre 2021

Roma, 15 set. (askanews) - Nel primo semestre 2021 sono state quasi 235.000 le offerte di lavoro pubblicate su InfoJobs, che ha registrato anche quasi 2 milioni di ricerche di candidati in database.

Indicatori importanti che confermano come 2021 si avvii ad essere l'anno della tanto attesa ripresa. Il Paese, stando ai segnali che arrivano dal mercato del lavoro, vuole reagire, ed alcuni settori si distinguono, secondo i dati dell'Osservatorio sul Mercato del Lavoro di InfoJobs, piattaforma leader in Italia per la ricerca di lavoro online, in termini di offerte. Parliamo di operai, produzione, qualità, con la Lombardia a tirare per numero di offerte pubblicate (il 31% del totale), seguita da Emilia Romagna, Veneto, Piemonte e Toscana.

Filippo Saini, Head of Job di InfoJobs: "Abbiamo registrato un incremento importante non soltanto delle offerte di lavoro che sono state pubblicate sul nostro portale ma anche delle ricerche in data base che rappresentano la vera novità dell'anno, circa 2 milioni di ricerche effettuate nel nostro portale, un milione di CV visualizzati, 55 mila dei quali scaricati e utilizzati per convocare a colloquio i candidati. Ma parliamo poi di 6300 aziende che si sono cimentate in questa nuova modalità di ricerca dei candidati che sempre di più e soprattutto in un momento di crisi talvolta assumono dei comportamenti passivi rispetto alla ricerca del lavoro. Come profili parliamo di operai, di produzione, di qualità, di professioni emergenti come IT o Tlc, ma anche di una figura tradizionale come quella delle persone dedicate alle vendite".

Dal punto di vista delle province, Milano resta in testa (12%) a livello nazionale, mentre Torino e Roma (5%) guadagnano il secondo posto parimerito, seguite da Bergamo (4,3%) al terzo, Bologna e Brescia al quarto posto (4,2%) e Padova (3,3%). Parlando di territori, importanti riscontri arrivano anche dal lavoro sul campo che Injojob ha avviato aprendo a supporto soprattutto delle PMI, gli Infojob Labs. Come spiega Enrica Perego, Recruiting Solutions Manager di InfoJobs:

"Questa vivacità del mercato del lavoro si riflette effettivamente anche in termini di servizi a valore aggiunto gestiti dagli Infojob Labs locali, in particolare il Lab di Mlano è in testa con il 35% di richieste ricevute sia da Pmi sia da grandi aziende che operano sull'intero territorio regionale e che ci hanno affidato le loro ricerche di personale ma Veneto ed Emilia Romagna sono anche le regioni che crescono di più in assoluto su anno con tassi di crescita superiori al 40%. Possiamo dire che i nostri Lab di Padova e di Bologna hanno effettivamente registrato un trend di crescita costante simile in termini di servizi offerti alle aziende locali".

Un ruolo importante nella classifica delle professioni più cercate, è da attribuire anche a Turismo e Ristorazione (+11% rispetto al primo semestre 2020, +97% guardando solo l'ultimo trimestre), un settore che nel 2021 sta ripartendo dando la possibilità di riscoprire - con opportune misure e cautele - le bellezze del nostro Paese e riassaporare le specialità locali.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti