Giovedì, 23 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

"Il bambino nascosto" chiude Mostra di Venezia tra gli applausi

Il film di Andò con Silvio Orlando da 4 novembre nei cinema

11 Settembre 2021

Roma (askanews) - Il film di chiusura della 78. Mostra di Venezia, "Il bambino nascosto" di Roberto Andò, nei cinema dal 4 novembre, è stato accolto con molti applausi. Tratto dal romanzo omonimo scritto dal regista, ha come protagonista Silvio Orlando nel ruolo di un professore di pianoforte che nasconde un bambino, Ciro, ricercato dalla criminalità e interpretato da Giuseppe Pirozzi. Silenzioso, colto, solitario, il maestro di pianoforte è di fronte ad una partita rischiosa, ma decide di giocarla senza freni.

Il regista spiega: "Si trova questo bambino in casa, che è un fatto eclatante, e che lo costringe ad assumere una posizione, che lui non ha mai voluto assumere, quindi a diventare attivo, direi. E' come se uscisse dal dormiveglia e ci sono molte persone che vivono nel dormiveglia. Questo personaggio è un personaggio in cui si può proiettare tante gente perché comunque il volto di Silvio Orlando è un volto dolente ma anche confidenziale, entra in confidenza con gli altri".

Silvio Orlando non ha lavorato spesso accanto a ragazzi così giovani come il suo coprotagonista, e a questo proposito dice: "Un attore come lui ha quella verginità che noi attori di una certa esperienza abbiamo perso, che è la cosa che mi dispiace di più di aver perso, che poi è la cosa che comunica al pubblico di più un'empatia fortissima.

Avere un collega così giovane, questo ti aiuta molto perché, un vampiro no? Cominci a prendere energia, linfa vitale, a capire come si fa.. Spesso gli chiedevo come faceva a fare delle cose, perché io me le ero un po' dimenticate".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti