Sabato, 25 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Germania, Laschet giù nei sondaggi, Merkel: lui è la via migliore

Al Bundestag attacca la Linke "non è irrilevante chi governa"

07 Settembre 2021

Roma, 7 set. (askanews) - Meno 19 giorni alle elezioni tedesche (26 settembre) e la cancelliera uscente è ormai entrata a piè pari in campagna elettorale, con la missione di rimpolpare i consensi del suo partito, la Cdu. Nel corso di un acceso intervento al Bundestag, Merkel ha rinnovato il suo endorsement per il candidato cristiano-democratico, Armin Laschet, che dopo la gaffe che lo ha visto ridere durante una visita nelle zone alluvionate continua a perdere terreno nei sondaggi.

"In meno di tre settimane ci sono le elezioni legislative. È un'elezione speciale, non solo perché per la prima volta dal 1949 un cancelliere uscente non corre per la rielezione, ma è un'elezione speciale anche perché è una decisione sulla direzione del nostro paese in tempi difficili e non è irrilevante chi governa il Paese", ha affermato, riferendosi ovviamente alla Linke, l'estrema sinistra, che potrebbe allearsi in un governo guidato dal candidato socialdemocratico e i Verdi, se le urne premieranno Scholz.

"Signore e signori, la via migliore per il nostro paese è un governo federale guidato da Cdu-Csu con Armin Laschet come cancelliere, perché il suo governo rappresenta stabilità, affidabilità, moderazione e centralità. E questo è ciò di cui ha bisogno la Germania", ha aggiunto, un appoggio in Parlamento accolto da urla di contestazione, poi sommerse dagli applausi dei deputati del suo partito.

Già domenica 5 settembre Laschet ha ricevuto un aperto sostegno dalla Kanzlerin durante una conferenza stampa ad Hagen, nel Land guidato dal candidato Cdu, tra i più colpiti dalle alluvioni di luglio. Merkel lo ha difeso, sottolineando che ha guidato molto bene il più grande Land della Germania.

La Cdu e il partito bavarese gemello, la Csu, è in emorragia di consensi: secondo un sondaggio di Bild diffuso domenica l'alleanza conservatrice è ferma al 20%, la percentuale più bassa dal dopo guerra. Alle elezioni del 2017 l'Unione Cdu-Csu si era aggiudicata il 33% delle preferenze. Nel sondaggio di Bild la Spd del candidato Olaf Scholz, attuale vice-cancelliere e ministro delle Finanze, è data al 25%.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti