Sabato, 25 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Università, la Scuola Sant'Anna di Pisa apre le porte al talento

Il concorso di ammissione entra nel vivo

27 Agosto 2021

Pisa, 27 ago. (askanews) - Entra nel vivo, nel rispetto scrupoloso del protocollo di sicurezza contro il Covid-19, il concorso di ammissione per i corsi ordinari di primo livello e a ciclo unico della Scuola Superiore Sant Anna. E debutta anche "Pisa accoglie il talento", il programma di benvenuto alle candidate e ai candidati, per valorizzare il primo momento di incontro con la città, offrendo l'opportunità di conoscere meglio le sue ricchezze artistiche, culturali e ambientali e garantendo agevolazioni per il soggiorno, in strutture convenzionate oppure presso i collegi della Scuola Superiore Sant Anna. La rettrice, Sabina Nuti: "Sono ragazzi di particolare merito, vengono da tutta Italia. Chi ha problematiche finanziarie ha la possibilità di avere il rimborso delle spese di viaggio e alloggio, perché vogliamo che non vi sia alcuna barriera che impedisca a questi ragazzi di diventare allievi della scuola".

Alle prove scritte complessivamente sono attesi circa 500 tra candidate e candidati che hanno superato le preselezioni, affidate al test Tolc. Il professor Antonio Frisoli guida la commissione di ingegneria: "Cerchiamo ragazzi che abbiano la passione per seguire gli studi di ingegneria, che abbiano la passione e il talento, per potersi inserire nei percorsi all interno della scuola e accedere anche ai laboratori di ricerca avanza che ci sono nella scuola", ha spiegato.

Quattro le aree disciplinari che interessano i candidati. Francesca Gattai, respensabile Segreteria ordinari Scuola Superiore Sant anna: "Dopo aver saputo l'ammissione alla prova orale, dovrà presentarsi di fronte a commissioni che li interrogheranno non solo sulle materie ma anche sulla disponibilità a vivere in un ambiente collegiale come quello della Scuola Sant Anna, che è il valore aggiunto della scuola".

Il programma di benvenuto è stato realizzato assieme a Opera della Primaziale, Palazzo Blu, Fondazione Pisa; e la cooperativa che gestisce gli ingressi alle mura urbane medievali. "Provare ad entrare al Sant Anna è un sogno, un desiderio che avevo dai primi anni del liceo. Io avrei intenzione, se riesco, ad entrare a ingegneria informatica. Dopo i tre anni, non saprei ancora cosa fare", ha spiegato uno studente. "Vengo da Modena, vorrei studiare ingegneria biomedica, vorrei tanto lavorare nella ricerca e penso che questa scuola sarebbe un ottimo punto di partenza per raggiungere i miei obiettivi", ha aggiunto una studentessa.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti