Lunedì, 27 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Parigi impacchetta l'Arco di Trionfo, opera postuma di Christo

Si realizza dopo 60 anni il sogno dell'artista della Land Art

10 Agosto 2021

Parigi, 10 ago. (askanews) - È un sogno che si realizza, atteso per circa 60 anni. Sono iniziati i lavori per avvolgere l'Arco di Trionfo di Parigi in un tessuto blu-argento come tributo postumo all'artista Christo Javacheff, scomparso lo scorso anno.

Il maestro della Land Art di origine bulgara naturalizzato statunitense aveva iniziato a pensare al progetto di rivestire l'imponente monumento napoleonico ai Caduti in cima agli Champs-Élysées agli inizi degli anni '60. Il suo sogno andrà in scena dal 18 settembre al 3 ottobre.

"Era desiderio di Christo che completassimo il progetto, sia questo che il Mastaba di Abu Dhabi, e stiamo realizzando i suoi desideri e dico che siamo una grande squadra. Siamo molte persone che hanno lavorato con Christo per molti anni" racconta Vladimir Javacheff, nipote dell'artista.

L'Arco di Trionfo a Parigi sarà imballato con 25.000 metri quadrati di tessuto in polipropilene blu-argento e 7.000 metri di corda rossa, materiali entrambi riciclabili.

"È un momento straordinario, sono un funzionario del Ministero per la cultura, poter accompagnare l'allestimento di un'opera del genere, in più nelle circostanze in cui ci troviamo è magico" ha detto Bruno Cordeau, amministratore dell'Arco di Trionfo.

Celebre al grande pubblico in Italia per la passerella realizzata nel 2016 sul Lago d'Iseo, Christo nella sua lunga carriera ha 'impacchettato' opere su grande scala in varie parti del mondo.

Il costo dell'operazione per 'coprire' l'Arco di Trionfo sarà di 14 milioni di euro, l'opera sarà autofinanziata, come tutte le sue precedenti leggendarie imprese di 'impacchettamento'.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti