Venerdì, 30 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Piovella (SOI): appello a Mattarella e Draghi, più attenzione

Oculistica salva la vista ma con tecnologie non impiegate da SSN

13 Luglio 2021

Roma, 12 lug. (askanews) - Un appello, al Capo dello Sato e al presidente del Consiglio, è stato lanciato, in occasione del 18esimo Congresso Internazionale tenutosi a Roma, dal presidente della Società Oftalmologica Italiana, la SOI, Matteo Piovella. A fronte delle grandi possibilità di cura oggi disponibili per salvare la vista, criticità burocratiche e di considerazione dell'oculistica da parte del sistema sanitario italiano disegnano uno scenario di forte criticità per il futuro.

"'L'oculistica ha delle grandissime possibilità di salvare la vista dei cittadini italiani - afferma Piovella -. Viviamo, come tanti, una situazione critica, abbiamo una difficoltà sul numero degli interventi di cataratta, pensiamo che l'anno scorso non ne abbiamo fatti 400 mila, con delle liste d'attesa importanti. Abbiamo poi anche la cura delle maculopatie in cui possiamo erogare solo il 10% del nostro potenziale per salvaguardare la vista di queste persone con le cure intravitreali e questo è un problema che ci portiamo sulle spalle da anni. Oltretutto abbiamo le tecnologie del Servizio sanitario nazionale che non vengono impiegate, si utilizzano solo all'1%, quasi come se ci fosse una doppia sanità. E siamo anche penalizzati, perchè sembra che ci sia il concetto che se non ci sono le risorse per tutti non c'è la possibilità di accedere alle cure migliori per nessuno, perchè nel nostro paese, diversamente dagli altri, non c'è la partecipazione alla spesa".

Da qui l'appello. "anche solo un minuto di attenzione", rivolto al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, "che è sempre stato molto attento verso questi problemi, ed anche al Presidente del Consiglio Mario Draghi, affinchè ci venga data una minima attenzione in questa fase per mostrare la fotografia della situazione con le relative motivazioni affinchè grazie al loro intervento i cittadini italiani non vengano più penalizzati rispetto ai cittadini di tutto il mondo".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti