Giovedì, 05 Agosto 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Pitti Uomo, la Oyster Jacket di Pal Ziler è già un'icona

Il Brand Ceo Sordo: "mercato vira in direzione sempre più casual"

30 Giugno 2021

Firenze, 30 giu. (askanews) - "Ormai da qualche stagione, l'abbigliamento maschile esce dai canoni tradizionali dell'abito inteso come uniforme. Ben prima dello smart working, gli uomini, i consumatori, non hanno necessita di dimostrare il loro status o potere tramite un abito. Questo ha portato un grosso cambiamento di sistemi di consumo e anche di sistemi culturali, soprattutto orientando i canoni di abbigliamento in una direzione molto più casual". L'analisi è di Leo Scordo, Brand Ceo di Pal Zileri, presente all'edizione numero 100 di Pitti Uomo.

"Pal Zileri -continua Scordo- ha raccolto questa sfida molto importante, circa un anno fa, muovendo una collezione che, come per molti altri leader del settore era incentrata sul capospalla, in una direzione più urban casual. La parte formale rappresenta oggi circa il 30-35% dell'offerta, mentre tutto il mondo leisure e casual ne rappresenta oltre la metà. La cosa importante è che le due anime sono fortemente coordinate e sono quindi in grado di garantire un total look life style di un marchio italiano posizionato in un segmento premium e quindi consentire di trovare qualunque capo possa essere necessario per il consumatore. Il marchio aveva di iconicizzare un capo di abbigliamento e per scelta abbiamo deciso di iconicizzare non un abito ma un capo di sporswear con una interpretazione molto sartoriale.

Da qui è nata la oyster jacket. E' un capo multifunzionale, una giacca di leisure che può essere indossata sia sopra un abito, ma anche nel tempo libero. E' una giacca con 13 tasche, tutte funzionali all'utilizzo, dalla tasca per l'I-Pad a quella per il passaporto, a quella per le chiavi, a quella per il cellulare, per la penna, una tasca portadocumenti che si può togliere dal capo, le tasche esterne, ma soprattutto, in un mondo sempre più contactless, abbiamo ideato, in esclusiva, due tasche sulle maniche, assolutamente idonee per poterci introdurre dalla tessera della metropolitana alla carta di credito, al bancomat, e quindi poter fruire contactless di tutti i sistemi di ingresso o di tutti i sistemi di pagamento. 'Oyster jacket' perché Oyster Card intanto è la tessera della metropolitana di Londra, e poi perché c'è un bellissimo detto anglosassone che dice 'the world is your oyster', il mondo è il tuo guscio".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti