Lunedì, 25 Ottobre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Claudio Baglioni: la mia opera-concerto totale, un evento unico

"In questa storia che è la mia", in streaming il 2 giugno

28 Maggio 2021

Roma, 28 mag. (askanews) - Claudio Baglioni come sempre fa scuola e ha pensato uno spettacolo eccezionale per tempi eccezionali, come quelli che stiamo vivendo. "In questa storia che è la mia", è l'opera-concerto totale, registrata presso il Teatro dell'Opera di Roma, tratta dall'omonimo e ultimo album di inediti, 4 milioni di streaming e oltre 60mila copie tra cd e vinili.

L'evento sarà trasmesso in streaming il 2 giugno alle ore 21 sulla piattaforma ITsART, piattaforma digitale per teatro, musica, cinema, danza e ogni forma d'arte, live e on-demand.

"Abbiamo vissuto molte settimane di inattività noi del mondo dello spettacolo dal vivo, un periodo complesso in cui questo essere ai margini ha pesato molto. Vedere un teatro come quello dell Opera di Roma vuoto e senza pubblico mi ha fatto venire in mente che questo stato di necessità poteva essere rivoltato in uno sviluppo virtuale, quindi di necessità fare virtù".

Eccezionale non solo nell'ideazione, parole e musiche di Claudio Baglioni, direzione artistica di Giuliano Peparini - ma soprattutto nella realizzazione. Per la prima volta, infatti, un'opera che trasforma in ambiente scenico ogni spazio del teatro in cui va in scena: retropalco, palchi, camerini, foyer, platea, corridoi. "Cercando di realizzare un altro sogno, a volte sfiorato, che Wagner chiama arte totale: partire dalla partitura, dalle canzoni e arrangiamenti e mettere insieme orchestra sinfonica, il coro lirico, i miei coristi, il mio gruppo pop-rock, alcuni ballerini del teatro e i performer e inventare una sorta di spettacolo-concerto totale, un opera musicale con tecniche di ripresa simili a quelle cinematografiche".

Un'opera unica, totale, senza precedenti. Claudio Baglioni spera comunque di tornare presto a esibirsi dal vivo per il pubblico: "Confido di tornare presto allo spettacolo pre-covid, ma non è detto che non possano esserci altre situazioni interessanti dal punto di vista creativo per tornare a un altro tipo di formato come questo".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti