Sabato, 17 Aprile 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Campione di droni a 18 anni ma pensa già alla "pensione"

Sudcoreano Kang Chang-hyeon: velocità e riflessi, io già vecchio

31 Marzo 2021

Roma, 31 mar. (askanews) - Riflessi fulminei, acutezza visiva, tanto allenamento e precisione. Sono le qualità più importanti per un campione di corse con i droni, una sorta di Formula 1 volante con i piccoli velivoli radiocomandati che sfrecciano in un percorso a ostacoli. L'unico movimento umano è quello delle dita dei piloti che li comandano indossando occhiali per la realtà virtuale che gli danno la visione del percorso con l'occhio del drone.

Una gara rapida: un minuto circa per tre giri. Molto dipende dall'ingegneria di precisione del velivolo ma molto di più dal pilota. I droni possono raggiungere velocità fino a 170 chilometri all'ora.

Il sudcoreano Kang Chang-hyeon, 18 anni, si allena sodo ogni giorno in una risaia a Sud di Seoul per difendere il titolo mondiale conquistato nel 2019 a 16 anni. Lo scorso anno con la pandemia i mondiali sono stati cancellati quando era all'apice delle sue abilità, ora invece già si sente minacciato dai più giovani e dice che già dopo questa competizione potrebbe ritirarsi.

"Dato che si usano le dita per pilotare i droni da corsa, le persone con buoni riflessi sono le più brave. Quando si diventa adulti, i movimenti delle dita rallentano e purtroppo si viene superati facilmente da ragazzi più giovani" spiega.

Ma il suo percorso è messo a rischio anche dal servizio militare obbligatorio. La Corea del Sud rimane tecnicamente in guerra con la Corea del Nord e tutti i sudcoreani abili devono trascorrere circa 18 mesi nelle forze armate prima di compiere 30 anni. Con qualche eccezione per le medaglie olimpiche ad esempio o per i vincitori di concorsi di musica classica. Le abilità di Kang potrebbero essere però di "grande valore" per le forze armate, dice il suo allenatore Kim Jae-hong: "Le competenze di un pilota di droni da corsa possono essere di grande aiuto nel funzionamento dei droni militari quindi piloti come lui sono ricercati in certi ambiti".

Intanto però deve preoccuparsi dei suoi avversari, come questa 12enne. "Voglio davvero battere Kang Chang-hyeon un giorno. Lui è il mio modello di riferimento quindi spero di competere contro di lui ai campionati mondiali e vincere".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

iGdI TV

Articoli Recenti

Più visti