Martedì, 26 Ottobre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Esce "Il mio corpo", un tuffo nella dura realtà siciliana

Il docufilm di Michela Pennetta dal 26 febbraio on demand

19 Febbraio 2021

Roma, 19 feb. (askanews) - Dopo l'anteprima ad Alice nella Città e la selezione in numerosi festival internazionali, esce in Italia, on demand dal 26 febbraio su diverse piattaforme, "Il Mio Corpo" di Michele Pennetta (su Zalabb, #iorestoinSALA, CG Digital e dal 18 marzo su Chili). Il docufilm è stato anche selezionato tra i finalisti dei Nastri d'Argento per la sezione Cinema del reale.

Coproduzione svizzero-italiana, "Il Mio Corpo" è tutto ambientato nell'entroterra siciliano. Racconta del piccolo Oscar che passa la sua vita tra le discariche abusive per recuperare la ferraglia per suo padre che si occupa di rivenderla e di Stanley che fa le pulizie nella chiesa del villaggio in cambio d'ospitalità e un po' di cibo. Coglie la frutta nei campi e accompagna il bestiame al pascolo, solo per tenere occupato il suo corpo venuto da lontano. I due bambini, uno siciliano l'altro nigeriano, sono accomunati solo dalla sensazione di subire lo stesso rifiuto, la stessa ondata soffocante di scelte fatte dagli altri.

"Con questo film - ha spiegato il regista Michele Pennetta, già autore di altri due lavori sulla Sicilia che con questo costituiscono un'ipotetica trilogia - ho voluto raccontare la precarietà di giovani senza futuro e senza prospettive. In Stanley e Oscar c'era qualcosa che li accomunava; lo stesso sentimento di essere stati gettati in pasto al mondo senza preavviso, usando i propri corpi come unico strumento di sopravvivenza".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti