Martedì, 19 Ottobre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

"Le Ragazze del '46", la partigiana Marisa Rodano compie 100 anni

Gli auguri della casa di produzione che ha ideato programma Rai3

19 Gennaio 2021

Roma, 19 gen. (askanews) - Marisa Rodano, che il 21 gennaio compirà 100 anni, è stata la protagonista della prima puntata del programma di Rai3 "Le ragazze del '46", che a breve tornerà con una nuova edizione.

In un video Rodano dice: "Avevo 25 anni quando sono andata a votare e alle 25enni di oggi, anche più giovani, direi: andateci a votare, votare conta, scegliete come volete, ma esprimete la vostra volontà. E gli direi anche un'altra cosa: cercate di fare squadra, unitevi con le altre che hanno i vostri stessi problemi, perché è solo facendo squadra, solo lavorando insieme che si possono ottenere dei risultati".

La casa di produzione indipendente Pesci Combattenti ha voluto così rendere omaggio a Rodano, prima testimonianza portata in tv nella loro serie, andata in onda per la prima volta su Rai3 nel 2016: "Le Ragazze del '46".

Nel 2016, in occasione dei 70 anni della Festa della Repubblica e del primo voto delle donne, Rai 3 scelse di celebrare questa importante ricorrenza con una docuserie in 5 puntate. Cinque appuntamenti serali, ognuno dedicato a due ragazze che il 2 giugno 1946 si recarono alle urne per scegliere tra Monarchia e Repubblica: Liliana Casprini, Dora Ciabocco, Annita De Giacomi, Rosa L Abbate, Alberta Levi, Milena Rubino, Maria Concetta Ruggiero, Carla Vasio, Maria Carolina Visconti e appunto Marisa Rodano.

Marisa è nata a Roma il 21 gennaio 1921, lo stesso giorno del Pci e quest'anno compie cento anni. La prima "Ragazza del '46" ad essere intervistata, la prima a fare dono al pubblico della sua personale esperienza e ad aprire la propria casa alle telecamere di Pesci Combattenti. Cento anni vissuti intensamente e sempre con la sua immancabile sigaretta in bocca. Dopo aver partecipato alla resistenza italiana è stata politica, deputata, senatrice e parlamentare europea. Tra le fondatrici dell'Udi (Unione donne italiane, oggi Unione donne in Italia), è tra le donne che votarono per la prima volta nel 1946, quando aveva 25 anni.

Il senso profondo di questo programma - fa sapere Pesci Combattenti - risiede nella necessità di "conservare" la memoria storica per le generazioni future attraverso i ricordi e le emozioni di chi, come Le dieci Ragazze del '46, hanno vissuto in prima persona i passaggi fondamentali della nostra democrazia.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti