Sabato, 23 Ottobre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Chi è Federico Salvatore: vaccino, moglie, figli, canzoni

Scopriamo chi è Federico Salvatore, dal vaccino alle canzoni, alla vita privata

13 Ottobre 2021

Chi è Federico Salvatore, il noto e amato cantautore napoletano, che poco tempo fa aveva girato un video mentre attendeva di fare il vaccino AstraZeneca: ecco tutto su di lui, dalla moglie ai figli alle amatissime canzoni. In queste ore è ricoverato per un'emorragia cerebrale presso l'Ospedale del Mare, a Napoli.

Chi è Federico Salvatore: vaccino, moglie, figli, canzoni

Federico non è solo un cantautore, ma anche un noto cabarettista. La sua simpatia è coinvolgente. Ogni occasione è buona per lui per creare una canzoncina simpatica e fare qualche battuta. Ha iniziato a suonare la chitarra quando aveva 8 anni e lo ha sempre fatto in modo molto particolare. Lui è mancino, ma non inverte l'ordine delle corde sulla tastiera come si fa di solito, bensì la posizione delle dita.

Ecco tutto quello che c'è da sapere su di lui. Qualche mese, Federico Salvatore aveva girato un video mentre era in attesa di fare il vaccino AstraZeneca. Durante l'attesa aveva scherzato e intrattenuto tutti i suoi fan con canzoncine improvvisate e tante battute. Scopriamo la sua biografia, la sua vita privata e le sue canzoni.

Federico Salvatore: moglie e figli

Federico Salvatore vive a Portici da diversi anni con la sua compagna Flavia D’Alessio. Insieme a lei ha avuto quattro figli: Paride, Yuri, Azzurra e Fabrizio. Il maggiore, Paride, ha le stesse passioni del padre. Ha partecipato a diversi musical, come ad esempio il nuovo Grease italiano "Rimini anni 60" di Ceruti-Armano. 

Chi è Federico Salvatore: biografia

Nato a Napoli il 17 settembre 1959, Federico è un apprezzatissimo cantautore e cabarettista italiano. La passione per la musica è nata sin da quando lui era piccolo. All'età di 8 anni ha iniziato a suonare la chitarra e non ha mai più lasciato quello strumento.

Si è iscritto alla facoltà di Giurisprudenza, ma ha abbandonato gli studi dopo due anni, con dispiacere dei genitori. Questi infatti volevano che lui diventasse avvocato. La sua passione per la musica era però troppo forte. Federico si dedicò così al cantautorato.

Federico lavora anche in teatro, dove si esibisce riadattando testi divertenti su musica di canzoni famose. Nel 1994 vince il concorso BravoGrazie, che gli permette di partecipare alla trasmissione televisiva Maurizio Costanzo Show. Da quel momento la sua popolarità esplode. Fu ospite nella trasmissione moltissime volte. I suoi album Azz... e Il mago di Azz hanno venduto oltre 500.000 copie. Il cantautore ha vinto due dischi di platino nel 1995.

Federico Salvatore ha partecipato nello stesso anno al Festivalbar come ospite fisso. Nel 1996 ha preso parte al Festival di Sanremo dove si è classificato tredicesimo con il pezzo Sulla porta. Il brano tratta il difficile rapporto tra un ragazzo omosessuale e la madre. La canzone sanremese è inserita nell'album Il mago di Azz, dove si trova anche un brano dedicato ad uno dei suoi idoli, Totò.

Nel 2002 uscì poi l'album L'osceno del villaggio e la carriera di Federico svoltò completamente. Divenne cantautore di denuncia con il brano Se io fossi San Gennaro, in cui annovera tutto ciò che, secondo lui, ha rovinato la sua Napoli negli ultimi anni. Nel 2004 ha pubblicato anche l'album Dov'è l'individuo?

La scelta di spostarsi verso la musica impegnata, provocò però un cambio di rotta. Salvatore finì un po' ai margini di quel mondo dello spettacolo in cui era esploso negli anni precedenti.

Federico ha fatto la sua ricomparsa in televisione nel 2007 come ospite in tre puntate del programma del sabato sera di Rai Uno Apocalypse Show, condotto da Gianfranco Funari.

Nel 2008 ha partecipato in qualità di voce recitante nei brani Robot d'acciaio e Folata in conclusione contenuti nel disco Frequento il vento del cantautore Zorama.

Nel giugno 2009 è uscito il disco Fare il napoletano stanca, contenente 13 brani tra cui una nuova versione di Se io fossi San Gennaro.

Nel 2011 esce il DVD Se io fossi San Gennaro - LIVE, compendio degli ultimi anni di attività dal vivo, con in vendita in allegato, esclusivamente nella versione per librerie, il libro dal titolo Il dramma dell'anagramma.[1]

Federico Salvatore canzoni

Ecco i principali brani del cantautore.

1989 - 'Na tazzulella 'e ca...baret
1990 - Pappagalli lat(r)ini
1991 - Incidente al Vomero
1992 - Cabarettombola
1993 - Storie di un sottosviluppato... sviluppato sotto!!!
1994 - Superfederico
1995 - Azz...
1996 - Il mago di Azz
1997 - Coiote interrotto
2000 - L'azz 'e bastone
2002 - L'osceno del villaggio
2004 - Dov'è l'individuo?
2009 - Fare il napoletano... stanca!
2011 - Se io fossi San Gennaro - LIVE
2013 - Pulcin'hell
2020 - Sta luna pare 'na scorza 'e limone
2021 - AZZ… 25 anni dopo

I brani di Federico Salvatore sono a sfondo comico-satirico e ambientati principalmente nel mondo napoletano. Tra i testi più riusciti Azz, Azz Vacanze e i suoi vari "incidenti": "incidente in Banca", "incidente al Vomero", "incidente in Paradiso", "incidente telefonico". Molti sono brani umoristici che propongono episodi buffi e battibecchi. In essi il cantautore contrappone Federico, personaggio ricco e blasonato ma arrogante e snob, a Salvatore, povero popolano, ignorante e un po' rozzo, in una serie di divertenti dualismi.

Negli ultimi anni Federico ha dato ai suo testi un tono di denuncia e critica. Fra le tematiche principali spiccano il contrasto fra bene e male nella mente dell'uomo, il progressivo allontanamento dalla fede nel passaggio dell'individuo dall'infanzia all'età adulta. Poi ancora i pregiudizi nei confronti degli omosessuali, il rimpianto nei confronti dell'infanzia e la crisi della cultura musicale nel mondo moderno.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti