Martedì, 21 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Manifestazione no Green Pass a Pesaro, il Sindaco perde la testa: "Sono squadristi"

"Figli increduli e spaventati. La libertà non sapete nemmeno che cosa sia", ha detto il primo cittadino. "Denuncerò tutti"

29 Luglio 2021

La manifestazione "no Green pass" è andata in scena mercoledì 28 luglio a Pesaro sotto casa del sindaco Matteo Ricci, presidente di Ali e coordinatore dei sindaci Pd, rischiando di degenerare. Erano decine le persone urlanti sotto il balcone in pieno centro storico e, a dire del primo cittadino della città, si sono comportati "come squadristi". Il corteo è stato guidato da Umberto Carriera, a capo del movimento Io Apro, incontrato da Matteo Salvini pochi giorni prima per solidarizzare con ristoratori ed esercenti. 

"Non ho intenzione di arretrare di un millimetro la battaglia contro il green pass", ha tuonato  Umberto Carriera. "Non siamo no vax e non giudico chi si vaccina, ma vogliamo essere liberi di farlo senza obblighi".

Manifestazione no Green Pass a Pesaro, il Sindaco: "Sono squadristi"

"Da non credere", ha però dichiarato il Sindaco della città. "E io non ci sono neanche a casa, con famiglia e figli increduli e spaventati. Siete degli squadristi, vergogna. La libertà non sapete nemmeno cosa sia. Vaccinarsi è un dovere civico e morale, come ha detto anche il presidente Mattarella". Intervistato da il Corriere, il primo cittadino ha poi aggiunto: "Ho scritto alla ministra Lamorgese perché la gestione dell’ordine pubblico è stata del tutto inadeguata. Denuncerò tutti i responsabili per intimidazione. A guidare la gente è stato Carriera, che ha detto: 'Andiamo sotto la casa del sindaco'. Sono stati 30-40 minuti di grida, invettive, suonate al campanello. Mia moglie ha fatto delle foto e anche Carriera filmava tutto".

Il Comitato salute e diritti ha però contraddetto il Sindaco. "A Pesaro mercoledì c’è stata una manifestazione, ma era alla Palla, non era una manifestazione no vax ed è finita alle 21:30. Ci dispiace per lei ma la manifestazione si è svolta pacificamente. Quindi c’erano due manifestazioni stasera? La nostra è stata molto partecipata e ci si è chiesti dove fossero le istituzioni".

Intanto però il Sindaco riceve la solidarietà di media e politici. "Un abbraccio e solidarietà al sindaco di Pesaro, al mio amico Matteo. Continueremo a difendere la vera libertà e la salute delle persone, a dispetto di questi fanatici", ha scritto su Twitter Anna Ascani, sottosegretaria al Mise del Pd. Non è mancato di intervenire nemmeno il segretario del Pd Enrico Letta: "Vai avanti Matteo, siamo con te". Così come non è mancato di intervenire anche l'ex segretario Nicola Zingaretti: "Con Matteo Ricci. Per la libertà quella vera, senza paura". Infine Emanuele Fiano: "Difendete la libertà a parole, ma tra di voi ci sono i peggio fasci che conoscono l’arte della minaccia e dello squadrismo. Ve lo diciamo prima, quando si esprimono idee si sta dentro la Costituzione ma se voi NoVax squadristi uscirete un millimetro dalle leggi e passerete come ieri alle minacce, ci auguriamo che la repressione contro chi di voi è violento, sia dura come consentono la legge e la salvaguardia dell’incolumità altrui. Un abbraccio a Matteo Ricci e famiglia per le minacce ricevute".

Il Sindaco non ha mancato di ringraziare: "Grazie a tutti per la solidarietà. Ho dato mandato al mio legale di denunciare tutti. È inammissibile quello che è successo e non sarà difficile individuare i responsabili. Gestione dell’ordine pubblico inadeguata, ho scritto al Ministro Lamorgese. Quanto accaduto alla mia famiglia può accadere a tanti altri sindaci sempre esposti in prima linea".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti