Mercoledì, 04 Agosto 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Ddl Zan, Salvini interviene tra parolacce e imprecazioni: IL VIDEO

L'intervento di Matteo Salvini in aula al Senato sul Ddl Zan: "Se c'è qualcuno che discrimina è un cretino"

14 Luglio 2021

Matteo Salvini interviene in Aula al Senato durante la discussione sul ddl Zan prima della votazione e chiede "di superare gli steccati ideologici e guardarsi tutti in faccia". Rivolgendosi ai colleghi, il leader della Lega dice: "Io non penso che in quest'Aula ci sia un solo senatore, al di là dei partiti, che discrimini in base al sesso. E se c’è qualcuno che discrimina un essere umano in base alle sue scelte di vita è un cretino che non merita di stare in quest'Aula". Poi rivendica: "Abbiamo sindaci e governatori omosessuali e ne avremo altri, quando firmo le liste non chiedo se sono omosessuali, cerco uomini e donne in gamba senza etichettare nessuno".

Ddl Zan, Salvini interviene tra parolacce e imprecazioni: IL VIDEO

Durante l'intervento di Salvini tra parolacce e imprecazioni, la presidente del Senato Casellati chiede di moderare le parole. Il leader della Lega allora continua: "Se l'obiettivo comune è tutelare il diritto all’amore e alla libertà poniamo un attimo da parte la bandiera, l’ideologia, il paraocchi, ci sono tante realtà non solo cattoliche e cristiane che dicono teniamo buono questo impianto, aumentiamo le pene per chi offende. Se ci sono ragazzi o ragazze che si baciano nessuno si può e si deve permettere di ironizzare, offendere o aggredire.Che ci sia qualcuno che nel 2021 abbia paura a dichiararsi gay o lesbica perché c'è qualche cog***ne pronto ad additare è una follia", dice ancora leghista in Aula. 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti