Venerdì, 30 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Sgarbi, messaggio choc a Fedez: "Pipì sulla testa della Ferragni" IL VIDEO

Il deputato si registra in accappatoio dal balcone di casa. Fedez: "E io che credevo di aver abbassato il dibattito politico italiano"

08 Luglio 2021

Vittorio Sgarbi, in un video pubblicato sui suoi canali social, ha attaccato Fedez per le ripetute posizioni prese a favore del disegno di legge contro l’omotransfobia, anche da parte di sua moglie Chiara Ferragni. Nel bel mezzo delle polemiche arriva anche quella di Vittorio Sgarbi contro il rapper Federico Lucia e la l'influencer Chiara Ferragni. Il critico d’arte ha detto la sua dopo le affermazioni dei Ferragnez sulla richiesta da parte di Matteo Renzi e Italia Viva di rivedere il testo del ddl Zan per trasformarlo in un disegno di legge meno divisivo.

La querelle di questi giorni è partita proprio da parte dell’influencer milanese, che nel commentare la posizione di Matteo Renzi aveva scritto: "Politici, fate schifo". Matteo Renzi aveva replicato chiedendo un confronto pubblico, al quale ieri si è opposto Fedez in difesa di sua moglie.

Sgarbi, messaggio choc, la risposta di Fedez

"Leggendo i titoli di oggi pensavo seriamente di essere stato io ad aver abbassato il livello del dibattito politico italiano. Poi su "Ma Fedez la fa la pipì in testa alla Ferragni?" del deputato Sgarbi ho tirato un sospiro di sollievo", ha risposto il rapper milanese.

Nel messaggio lanciato sui social, il deputato prende in gioco Fedez dandogli del qualunquista, con il tipico tono che lo contraddistingue. "Se voi aveste un cancro come l’ho avuto io, chiedereste a Fedez cosa fare? Ci sono persone che non fanno i politici, caro Fedez, che sono di sinistra e che hanno espresso i loro dubbi su una legge che si può discutere. Non è che quello che dice Zan è perfetto ed eterno",, dice Sgarbi a favor di camera. "Nessuno vuol negare l’opportunità di lottare contro l’omofobia, non c’è bisogno di dire che i preti insegneranno ai bambini ad in**larsi a vicenda. I preti insegneranno quello che è la famiglia cristiana. Che c’è di male? Non va rispettata la famiglia cristiana? Deve essere rispettata la famiglia di Fedez? Chi ca**o è Fedez? Se avete una malattia chiedete a Fedez, lui avrà la risposta che va bene alle piazze", dice senza mancare di una certa aggressività.

Ddl Zan, Ferragnez contro Renzi

È andata avanti anche per tutta la giornata di mercoledì 7 giugno l'opera di risciacquo dell'immagine di Fedez di questi giorni, che da rapper "da strada" vuole passare a "intellettuale impegnato" e dunque si è schierato a favore di quell'obbrobrio liberticida chiamato ddl Zan. "La cosa che fa capire il livello basso della politica italiana è uno come Matteo Renzi che chiede un dibattito pubblico a Chiara Ferragni, questa è la cosa triste", attacca Zan, evidentemente preoccupato anche dal fatto che la moglie Chiara Ferragni è stata finalmente superata come Influencer da il grandissimo - e più meritevole - Khaby Lame. 

La schermaglia è iniziata ieri, martedì 6 luglio. Il rapper ha dunque proseguito la sua battaglia e ha annunciato una diretta Instagram per le 18.30 con Alessandro Zan, Marco Cappato e Giuseppe Civati.

Ddl Zan, Fedez attacca: "Renzi pagato da italiani, noi no"


Nella giornata di martedì, Renzi ha invitato Chiara Ferragni - moglie di Fedez - a un confronto sul Ddl Zan. "La cosa che mi stupisce, ogni volta che io e mia moglie ci permettiamo di esprimere il nostro pensiero, è vedere giornalisti, intellettuali e politici che per darci degli stupidi mettono sullo stesso piano il pensiero di Chiara Ferragni e quello della politica italiana. Non colgono la differenza: Matteo Renzi è un politico pagato dagli italiani per rappresentarli, Chiara Ferragni non grava sulle tasche degli italiani". Si tratta, continua, "di un’imprenditrice che esprime il suo pensiero e può permettersi di esprimere anche un pensiero banale".

E ancora: "La cosa che fa capire il livello basso della politica italiana è un politico come Matteo Renzi che chiede un dibattito pubblico a Chiara Ferragni, questa è la cosa triste". "Matteo Renzi ci tiene davvero al Ddl Zan o è il paraculo che ha sempre dimostrato di essere in questi anni di politica italiana", conclude Fedez. "Il voto segreto sul Ddl Zan è davvero necessario? Io, mente semplice e ignorante, vorrei sapere cosa votano i senatori. Perché secretare il loro voto?".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti