Martedì, 03 Agosto 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Proteste in Francia contro il Green pass, rabbia e scontri contro la polizia VIDEO

I cittadini francesi si oppongono alla proposta di Emmanuel Macron di introdurre l'obbligo di Green pass per accedere ai ristoranti

16 Luglio 2021

E' ancora il caos in Francia dove le proteste dei cittadini contro l'obbligo di Green pass e contro le nuove misure restrittive anti-Covid proposte dal Presidente Emmanuel Macron hanno preso d'assalto diverse città del paese. Nel giorno dell'anniversario della presa della Bastiglia, il 14 luglio, fiumane di francesi si sono riversati per le strade in protesta alle nuove restrizioni. Macron voleva dare una spinta alla campagna vaccinale, costringendo i suoi cittadini a nuove restrizioni e imponendo di fatto il vaccino. Secondo la proposta infatti, solo chi ha completato il ciclo vaccinale ed è in possesso del codice Covid digitale potrà accedere a locali al chiuso e ristoranti. Già ieri giovedì 15 luglio l'assalto ai siti web per la prenotazione dei vaccini. Ma non tutti sono d'accordo e per le strade chi grida "libertà, libertà", si scontra con la polizia.

Proteste in Francia contro il Green pass obbligatorio: "No alla dittatura sanitaria"

Una ruspa in fiamme e lacrimogeni accecanti, è questa l'immagine della libertà di Macron. Il presidente francese ha incontrato l'ira dei suoi cittadini dopo che ha avanzato la proposta del Green pass digitale come prerequisito per accedere a ristoranti e locali in tutto il paese. I cittadini francesi però si ribellano e il 14 luglio iniziano le proteste. Diversi gli scontri con la polizia, soprattutto tra i no vax, i più oltraggiati dalle nuove misure anti-Covid annunciate dal presidente.

Negli ultimi 3 giorni sono state oltre 60 le manifestazioni svolte in tutto il Paese per opporsi fermamente a nuove restrizioni anti-Covid. I francesi lo gridano a squarciagola: "libertà, libertà, libertà". Una libertà che Macron mette in difficoltà imponendo solo ai vaccinati di tornare alla vita di tutti i giorni. Indignati non solo i più estremisti ma anche persone in fasce d'età che ancora non hanno completato il ciclo vaccinale. A loro dire, la misura del Green pass per circolare liberamente nel proprio paese è assolutamente fuori luogo e limita la libertà personale di ogni francese.

Proteste in Francia contro l'obbligo di Green pass, gas lacrimogeni dalla polizia

Rispondono con la mano pesante le forze dell'ordine, che hanno utilizzato gas lacrimogeni e manganelli per disperdere i manifestanti. A giudicare dalle immagini in circolazione sui social media, sono moltissimi i francesi che si oppongono alle restrizioni. Eppure, un sondaggio pubblicato da Le Figaro mostra che l'estensione del pass sanitario e il vaccino obbligatorio per il personale medico, due delle nuove misure proposte da Macron, sono regolamentazioni che il 61% degli intervistati vede in buona luce.

A seguito dell'annuncio di Macron, sono 2 milioni i francesi che sono corsi a prenotare il vaccino sulle piattaforme online. Chi non è d'accordo, invece, parla di dittatura sanitaria e condanna fortemente anche l'approccio violento delle forze dell'ordine sui manifestanti. Nella capitale francese i manifestanti erano ben 2250, che sommati alle manifestazioni nelle città di Toulouse, Bordeaux, Montpelier e Nantes hanno visto scendere in piazza contro le restrizioni anti-Covid a 19mila persone.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti