Venerdì, 30 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Sudafrica disordini: cittadini armati per le strade, immagini da film apocalittico VIDEO

Da due giorni il paese è piombato in uno stato di caos. Continuano i saccheggi e le violenze, almeno 70 i morti

14 Luglio 2021

Sembra un vero e proprio film apocalittico quello che sta accadendo per le strade di Johannesburg, in Sudafrica. Continuano i disordini tra la popolazione e i cittadini circolano armati per strada per cercare di arraffare qualche bene oppure per difendere la propria casa. Più di 70 persone sono state uccise nei disordini, i peggiori in Sud Africa da anni, e centinaia di aziende sono distrutte. Le scorte di cibo e carburante stanno finendo.

Il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa ha detto mercoledì 14 luglio che potrebbe ordinare più truppe nelle strade mentre l'esercito e la polizia lottano per sedare giorni di saccheggi e violenze, mentre alcuni cittadini si armano per proteggere le loro proprietà e le imprese dalla furia.

Sudafrica disordini: cittadini armati per le strade, immagini da film apocalittico VIDEO

Innescato dall'incarcerazione dell'ex presidente Jacob Zuma la scorsa settimana dopo che non si è presentato a un'inchiesta sulla corruzione, la situazione è diventata un'escalation di saccheggi e uno sfogo di rabbia per le difficoltà e le disuguaglianze che persistono in Sudafrica 27 anni dopo la fine dell'apartheid. Centri commerciali e magazzini sono stati saccheggiati o dati alle fiamme in diverse città, principalmente nella casa di Zuma nella provincia di KwaZulu-Natal, in particolare nella città portuale di Durban nell'Oceano Indiano e nel centro finanziario ed economico Johannesburg e nella circostante provincia di Gauteng. 

I soldati sono stati schierati per aiutare la polizia in inferiorità numerica a contenere i disordini. Le forze di sicurezza affermano di aver arrestato più di 1.200 persone, ma il governo si è trattenuto dall'imporre lo stato di emergenza. Mercoledì 14 luglio Ramaphosa ha incontrato i leader dei partiti politici per discutere i modi per affrontare i disordini. "Il presidente Ramaphosa ha accolto con favore le proposte avanzate dai leader politici e ha affermato che si sta affrontando l'ampliamento dello spiegamento della Forza di difesa nazionale sudafricana", si legge in una dichiarazione del governo.

Nel frattempo, cittadini armati di pistole, molti appartenenti alla minoranza bianca sudafricana, hanno bloccato le strade per prevenire ulteriori saccheggi. Altri residenti si sono affollati fuori dai supermercati in attesa che aprissero per poter fare scorta di cibo e altri beni essenziali.

Alcuni ricchi residenti di Durban hanno noleggiato piccoli aerei ed elicotteri fuori dalla città, ha riferito un fotografo della Reuters. Altri hanno fatto la fila per cibo e carburante. Molte strade fuori città sono state bloccate da saccheggi o da vigilantes.

Sudafrica disordini: coinvolti anche gli ospedali

Anche la sanità non si salva dall'ondata di caos che si è abbattuta sul paese africano. Il National Hospital Network (Nhn), che rappresenta 241 ospedali pubblici già sotto pressione a causa della peggiore ondata di Covid19 in Africa, ha affermato che stava esaurendo ossigeno e farmaci, senza contare la riduzione delle scorte di cibo.

"L'impatto del saccheggio e della distruzione sta avendo gravi conseguenze sugli ospedali", ha affermato il Nhn. Il personale nelle aree colpite non è stato in grado di mettersi al lavoro, aggravando la situazione causata dalla pandemia. La povertà e le disuguaglianze che alimentano la violenza sono state aggravate da gravi restrizioni sociali ed economiche volte a frenare la diffusione del Covid19. Le Nazioni Unite in Sudafrica hanno espresso la preoccupazione che anche le interruzioni dei trasporti per i lavoratori a causa delle rivolte avrebbero aggravato i problemi.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti