Venerdì, 30 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Messico, si rompe gasdotto e l'oceano si infiamma: IL VIDEO

Ecco il video del terribile incidente che sta colpendo il Golfo del Messico. Le fiamme sono state causate dalla perdita di petrolio di una piattaforma vicina

03 Luglio 2021

Questa notte un gasdotto sottomarino di Petroleos Mexicanos, l’azienda petrolifera statale del Messico, ha avuto un problema e ha causato un terribile incendio sulla superficie delle acque dell'Oceano Atlantico. La zona del Golfo del Messico vicino alla piattaforma di Ku-Charly è andata in fiamme a causa di una grande perdita di petrolio.

Messico, si rompe gasdotto e l'oceano si infiamma: IL VIDEO

La rottura del gasdotto che ha causato l’incendio è avvenuta a circa 140 metri dalla piattaforma Ku-Charly, che si trova nel campo petrolifero di Ku-Maloob-Zaap nella Baia di Campeche, nel sud del Golfo del Messico. La città più vicina è Ciudad del Carmen. Ma cosa ha causato questo grave incidente? Secondo alcune fonti accreditate, tutto sarebbe cominciato con un temporale che avrebbe danneggiato i macchinari della piattaforma petrolifera. 

Verranno in queste ore fatti ulteriori chiarimenti affinché una situazione del genere non si verifichi più. Il campo petrolifero in questione è il più grande controllato dalla società stata Pemex: qui vene prodotto più del 40% degli 1,7 milioni di barili di greggio giornalieri.

Gasdotto sottomarino esplode in mezzo all'oceano, i retroscena

La società Pemex ha una lunga storia di gravi incidenti industriali nelle sue strutture, ha aggiunto di aver anche chiuso le valvole del gasdotto da 12 pollici di diametro. Angel Carrizales, capo del regolatore per la sicurezza petrolifera del Messico ASEA, ha scritto su Twitter che l'incidente "non ha generato alcuna fuoriuscita". Ma non ha spiegato cosa stava bruciando sulla superficie dell'acqua.

Ku Maloob Zaap è il più grande produttore di petrolio greggio di Pemex, con oltre il 40% dei suoi quasi 1,7 milioni di barili di produzione giornaliera. "Le turbomacchine degli impianti di produzione attivi di Ku Maloob Zaap sono state colpite da una tempesta elettrica e da forti piogge", secondo un rapporto sull'incidente Pemex.

I lavoratori dell'azienda hanno usato l'azoto per controllare l'incendio, aggiunge il report. I dettagli del rapporto sull'incidente non sono stati menzionati nel breve comunicato stampa di Pemex e la società non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti