Lunedì, 24 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Teatro alla Scala, il Sovrintendente Dominique Meyer: "Per i primi mesi del 2022 abbiamo le sale piene, tra poco sarà difficile trovare i biglietti"

Il Sovrintendente Meyer a Il Giornale d'Italia: "Abbiamo superato di quasi mezzo milione i ricavi di biglietteria previsti nel 2021, nonostante avessimo una capienza ridotta"

14 Gennaio 2022

Per il ritorno, al Teatro alla Scala, dell’opera I Capuleti e i Montecchi di Vincenzo Bellini, il Sovrintendente Dominique Meyer ha commentato ai microfoni de Il Giornale d'Italia:

"Il maestro Pidò è positivo, ma sta bene e non ha nessuno sintomo. É una situazione assurda perché potrebbe dirigere, solo che è positivo e quindi non può farlo. Per il resto va tutto bene, Speranza Scappucci è arrivata una settimana fa per le prove con l'orchestra. Abbiamo riorganizzato tutto i piani in modo che lei possa provare con i cantanti e poi con l'orchestra. Siamo in orario, stasera c'è l’entrée generale, settimana prossima le prime recite. Io sono contento spero e che il virus non ci riserverà altre sorprese."

A proposito della direzione affidata a una donna dopo tanto tempo, ha detto: "Io ho l'abitudine di avere delle direttrici donne, come a Vienna e a Parigi. Quando ci sono donne che hanno questa capacità il talento, non vedo nessun motivo per non farle venire nei grandi teatri. Speranza Scappucci ha fatto cinque o sei serie con noi a Vienna all'epoca e qui ha lavorato bene fin da subito con l’orchestra e con i cantanti."

A proposito della situazione epidemiologica che ha coinciso con la ripresa della stagione al Teatro alla Scala ha commentato: "Non direi che è facile, dobbiamo trovare soluzioni ogni giorno, perché naturalmente i dati di positività sono più o meno gli stessi della società. Ogni giorno abbiamo paura di scoprire nuovi casi positivi che ci obbligano a trovare soluzioni e sostituzioni. Non è una situazione facile ma io trovo che il Teatro alla Scala la gestisca bene con calma, tranquillità e serenità. Ho detto ai miei colleghi di non lasciarci invadere dal dall'idea che dobbiamo sempre fare di sforzi e di giocare il pallone a terra tranquillamente, cercando delle soluzioni ogni volta che abbiamo un problema.

Siamo felici perché a dicembre il Teatro era pieno ad ogni recita, come in quelle Macbeth. Abbiamo superato di quasi mezzo milione i ricavi di biglietteria previsti nel 2021, nonostante avessimo una capienza ridotta. Per i primi mesi dell'anno nuovo abbiamo le sale ben piene e penso che tra poco sarà difficile trovare i biglietti."

Torna all'articolo

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti