Domenica, 25 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Sparatoria Roma Termini, poliziotto indagato per "eccesso colposo nell'uso delle armi": VIDEO

La polizia ha sparato un colpo di pistola contro un uomo armato di coltello che minacciava i passanti. Ecco chi è, e perché questa vicenda sta riaprendo il dibattito sulla sicurezza in Italia

22 Giugno 2021

Un ghanese di 44 anni armato di coltello si aggirava ieri sera, 19 giugno 2021, nei pressi della stazione Termini di Roma: per fermarlo un poliziotto ha esploso un colpo di pistola ferendo l'uomo all'inguine. L'episodio è accaduto intorno alle 19, nei pressi dell'uscita della stazione di via Giolitti.

Gli istanti sono stati ripresi dai alcuni passanti. Nel video si vede l'uomo, con un coltello da cucina in mano, salire anche su degli scooter. I poliziotti gli si avvicinano con i manganelli. Un agente della Polfer infine spara.

L'uomo, con precedenti, è stato portato in ospedale in codice rosso, ma non sarebbe in pericolo di vita. L’apporto delle testimonianze dei cittadini che, casualmente, hanno assistito alla scena, ha contribuito alla ricostruzione dei fatti, anche attraverso filmati amatoriali che, raccolti dalla Polizia, sono al vaglio della Magistratura.

Sparatoria Roma Termini, colpito uomo armato di coltello: chi è l'uomo

Si chiama Ahmed Ibrahim, e ha diversi precedenti con la legge. Tra i reati commessi, il danneggiamento di statue in alcune chiese romane e resistenza a pubblico ufficiale. Diverse testate riferiscono che in queste occasioni avesse "manifestato ai poliziotti atteggiamenti di odio nei confronti della religione cristiana." Ad aprile 2020 viene segnalato nei pressi della Basilica di San Pietro intento a inveire e minacciare i passanti, sempre con frasi di odio da valergli la denuncia per 'offesa a una confessione religiosa'.

Ma di mezzo non c'è solo la religione cristiana, piuttosto un atteggiamento violento generalizzato, quanto pericoloso: sempre negli ultimi mesi Ahmed Ibrahim è stato denunciato per danneggiamento e lesioni per aver lanciato bottiglie contro il centro islamico di Via San Vito a Roma. In quell'occasione anche l'imam era stato ferito. 

Sull'identità dell'uomo, irregolare sul territorio italiano, sono emerse difficoltà legate all’attribuzione della nazionalità dovute alla mancata conclusione delle procedure di riconoscimento presso le Autorità Consolari del Gambia, Costa d’Avorio, Nigeria e Ghana avviate nel 2017 che hanno reso non eseguibili le procedure di espulsione a suo carico. 

Sparatoria Roma Termini: la denuncia dei sindacati della polizia

La sparatoria ha riacceso il dibattito sulla sicurezza nelle città italiane, in particolare la dotazione alla polizia di strumenti adatti per rispondere in queste situazioni. "Solo il sangue freddo e la professionalità dei colleghi della Polfer di Roma hanno evitato che si consumasse una tragedia: all’agente che ha effettuato un uso inevitabile e proporzionato della forza sparando alle gambe dell’uomo va il nostro incondizionato plauso, ma anche la nostra solidarietà per il fatto che verrà indagato come atto dovuto", ha commentato Vincenzo Chianese, segretario generale di Es Polizia. E aggiunge: "Ogni giorno che passa appare più evidente la necessità di dotare i servitori dello Stato che combattono il degrado che imperversa nelle periferie e intorno a luoghi affollati come le stazioni ferroviarie di armi non letali efficaci, come il taser, la pistola ad impulsi elettrici che il Dipartimento della pubblica sicurezza è stato capace di far modificare appositamente per dotarlo dei massimi standard di sicurezza possibili. Ora però bisogna accelerare al massimo le procedure burocratiche, facendo ogni possibile ulteriore sforzo affinché il taser possa essere distribuito a tutte le pattuglie anche prima dell’autunno prossimo, come è attualmente previsto."

"L’ennesimo atto di violenza ai danni degli agenti di Polizia avvenuto alla Stazione Termini di Roma, dimostra quanto sia indispensabile ora più che mai dotare gli agenti del taser", denuncia Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di polizia Coisp. Che continua: "È sempre più urgente intervenire sull’ordine pubblico in maniera più concreta, sia per garantire un maggiore controllo delle città e del territorio, e sia per tutelare il lavoro quotidiano delle donne e degli uomini in divisa che, ormai sempre più spesso, si trovano a dover fronteggiare situazione violente mettendo a rischio la propria incolumità."

Sparatoria Roma Termini: indagato il poliziotto che ha sparato

La Procura di Roma ha aperto un'indagine sul poliziotto che ha sparato a Ahmed Ibrahim. Ora l'accusa è di eccesso colposo nell’uso legittimo delle armi. I Pm hanno dato mandato alla polizia di acquisire eventuali altri filmati delle telecamere per cercare di capire se ci sia un antefatto.

Secondo quanto emergerebbe dal filmato, l'uomo armato di coltello non avrebbe minacciato gli agenti. A piazzale Clodio è stata inviata una relazione da parte della Polfer che ha fermato Ibrahim, il cui arresto è stato convalidato nonostante l'assenza dell'indagato che si trova tuttora ricoverato, sedato e impossibilitato a parlare con il suo stesso legale.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti