Sabato, 16 Gennaio 2021

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

"Non lascio Sport e Salute, mio mandato confermato"

19 Dicembre 2020

"Non lascio Sport e Salute, mio mandato confermato"

"Smentisco categoricamente che io possa lasciare Sport e Salute, in quanto ho un mandato triennale che porterò a termine convintamente. In queste settimane ho fatto una scelta di vita, in quanto, io oggi per fare l'amministratore delegato e presidente di Sport e Salute percepisco molto di meno rispetto a quanto percepivo alla Camera, avendo fatto un concorso pubblico molto impegnativo, ma l'ho fatto perché sento un impegno di servizio nei confronti dello sport italiano". E' la risposta del Presidente e ad di Sport e Salute, Vito Cozzoli, all'Adnkronos, sulle voci che ossa dover lasciare il suo incarico il prossimo 20 ottobre per effetto della legge Madia.

"E' chiaro che negli ultimi anni sto svolgendo incarichi diversi rispetto a quello della Camera dei Deputati, incarichi istituzionali, adesso ho fatto una scelta manageriale, diversa, rispetto alla quale è difficile tornare indietro. Tornare alla Camera dopo tanti anni che sono stato fuori mi pare un passo improbabile. Ovviamente quello che ho fatto, l'ho fatto perché l'ordinamento, la giurisprudenza, la funzione pubblica hanno confermato che il mio mandato rimane pieno, ancorché io abbia cessato il mo status di dipendente della Camera dei Deputati", ha spiegato Cozzoli.

Il presidente Cozzoli risponde poi anche al Ministro dello sport Vincenzo Spadafora si riserva nei prossimi giorni di svolgere ulteriori approfondimenti e ogni altra opportuna verifica, non avendo ricevuto nessuna comunicazione formale. "Avevo informato ministro di questa mia intenzione il 13 ottobre scorso, quindi il ministro Spadafora è informato da oltre due mesi". ha risposto il presidente e ad di Sport e Salute.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

iGdI TV

Articoli Recenti

Più visti