Domenica, 29 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Mondo Rai/Appuntamenti e novità

02 Dicembre 2020

Mondo Rai/Appuntamenti e novità

Ritorna "Il commissario Montalbano” con l'episodio del 2016 , dal titolo La piramide di fango, domani alle 21.25 su Rai1, con Luca Zingaretti, Cesare Bocci, Peppino Mazzotta, Angelo Russo, Sonia Bergamasco e Teresa Mannino. È notte fonda e piove a dirotto. Un uomo, in mutande e canottiera, gravemente ferito, corre disperatamente su una bicicletta, fino a entrare in un cantiere che ormai è tutto un pantano. Con le ultime forze che gli restano, va a infilarsi in una grossa tubatura della condotta idrica in costruzione. È là che viene trovato cadavere, la mattina seguente. È stato ucciso con un colpo di arma da fuoco. Si tratta del trentacinquenne Gerlando Nicotra, contabile della stessa impresa edile di quel cantiere dove è morto, e viveva con la bellissima moglie tedesca, Inge. È un caso assai complesso e strano e il commissario se ne rende subito conto: tanto per cominciare di Inge non c’è più nessuna traccia, sparita. Inoltre Gerlando e Inge non vivevano soli, come tutti credevano: nell’abitazione ci sono tracce di una terza persona, che stava là con loro, un uomo che nessuno conosce, probabilmente anziano. E nella casa vi erano anche delle pistole, sia nella camera dei Nicotra, sia in quella del misterioso ospite. Il caso Nicotra s’intreccia ben presto col tentato omicidio subìto da Saverio Piscopo, un muratore che aveva cominciato a parlare con la giornalista Lucia Gambardella delle irregolarità commesse dall’impresa presso cui lavorava. La Gambardella è una cronista coraggiosa e combattiva e da tempo lavora a un’inchiesta sugli appalti truccati a Vigata. L’edilizia è spesso il terreno fertile per accordi segreti fra politica e criminalità, ma il commissario capisce al volo che la donna ha messo le mani in qualcosa di molto, molto pericoloso e cerca in ogni modo di suggerirle cautela e di proteggerla. Si rende anche conto che, chi ha tentato di fare fuori Piscopo, ci proverà ancora e miracolosamente riesce a salvare il muratore da un nuovo attentato. Ormai è più che sicuro: la morte di Nicotra e i tentativi di uccidere Piscopo hanno a che fare con un enorme giro di corruzione e malaffare riguardante varie imprese edili della provincia…

Dopo i sorprendenti risultati – sia di ascolti sia d’interazioni social - della scorsa settimana, torna il docu-reality di Rai 2 “Il Collegio”, domani alle 21.20. La sesta settimana inizia con una lezione del professor Maggi sulla satira, mentre poco dopo il professor Carnevale inaugura la giornata dello studente incentrata quest’anno sul tema della lotta alla mafia e sul ricordo di Falcone e Borsellino. I ragazzi partecipano in modo appassionato alla discussione e l’emotività sale alle stelle arrivando a coinvolgere anche gli stessi professori. Per terminare la giornata Il bidello Enzo prepara un’apprezzatissima grigliata che darà spazio a balli e canti. I giorni passano così tra lezioni di ballo, esercizi di creatività col professor Carnevale e il cineforum, ma la vera novità è l’arrivo dei genitori di alcuni studenti, convocati direttamente dal Preside. Intanto la rivalità di Andreini nei confronti di Di Piero si sta trasformando in una vera e propria ossessione: Alessandro ritiene che i professori favoriscano il compagno a suo danno. Riuscirà il giovane romagnolo a rasserenarsi e contenere la sua gelosia?

Una delle più grandi voci di sempre, un divo amato da milioni di persone, un carisma tale da incantare pubblici immensi. Freddie Mercury è stato più di un cantante, è stato lo “showman per antonomasia”, come afferma l’amica Rosie Horide nel documentario “Freddie Mercury. The Ultimate Showman”, in onda domani alle 23.00 su Rai5. Incentrato sulla vita e lo straordinario rapporto col pubblico della star inglese originaria di Zanzibar, il documentario ospita interventi di Rami Malek (interprete di Freddie Mercury nel film "Bohemian Rhapsody"), Eric Hall (Emi publisher dei Queen), Paul Watts (Emi division manager dei Queen), Mick Rock (fotografo dei Queen), Rosie Horide (giornalista musicale e amica intima dei Queen) e Paul Gambaccini (conduttore radiofonico e amico intimo di Freddie Mercury).

Un biopic sulla nascita di un impero; quello della catena di fast food McDonald’s. È il film di John Lee Hancock con Michael Keaton “The Founder”, in onda domani alle 21.15 su Rai5, anche in lingua originale. La vera storia di Ray Kroc, un venditore dell'Illinois, e del suo incontro con Mac e Dick McDonald, che negli anni Cinquanta hanno avviato un'attività di vendita di hamburger nella California del Sud. Impressionato dalla velocità del sistema inventato dai due fratelli per la preparazione del cibo e dalla folla di clienti attirati dal loro chiosco a San Bernardino, Kroc vide subito il potenziale per un franchising e fece di tutto per sottrarre la società ai fratelli, creando un impero miliardario. Così nacque McDonald's.

Una risata educata, una televisione d’altri tempi, quella dei pionieri, capace però di conservarsi con intelligenza e garbo fino agli anni più recenti. Tutto questo erano, e sono ancora, il sorriso e la televisione di Raimondo Vianello, senza dubbio una delle colonne portanti del varietà italiano, con un lascito fondamentale per tutti i comici e i presentatori televisivi. Un personaggio raccontato da “Raimondo Vianello, la fantasia al potere”, in onda domani alle 21.10 su Rai Storia per “Storie della tv”, la serie di Alessandro Chiappetta ed Enrico Salvatori, scritta con Stefano Di Gioacchino e con la consulenza e la partecipazione di Aldo Grasso.

Il comandamento è uno solo: vietato perdere. L'ultima partita del 2020 per le azzurre di Milena Bertolini è un match pieno di insidie ma anche di significati: la trasferta di Viborg, infatti, oltre a offrire al gruppo Italia l'occasione di "vendicare" la sconfitta di Empoli di fine ottobre, sarà anche l'ultimo ostacolo "vero" sulla strada della qualificazione diretta all'Europeo del 2022. Il girone di qualificazione si chiuderà a febbraio con il recupero dell'ottava giornata, in casa, contro Israele, avversaria molto più alla portata delle azzurre: uscire da Viborg con almeno un punto, quindi, e battendo poi la formazione israeliana, significherebbe poter andare all'Europeo dalla porta principale, come migliore seconda, evitando la lotteria sempre pericolosa dei playoff. Per la trasferta in terra danese il Ct Bertolini potrà contare sul gruppo quasi al completo, e soprattutto sulla capitana, Sara Gama, neo vicepresidente dell'Associazione Italiana Calciatori, che ha finalmente smaltito l'infortunio muscolare che l'ha tormentata nelle ultime settimane. Danimarca-Italia (calcio d'inizio alle 17.15) sarà trasmessa in diretta, domani su Rai2, a partire dalle 17.00, con la telecronaca di Tiziana Alla e Marta Carissimi: in studio, con Simona Rolandi, ci sarà invece Katia Serra.

Rai4 (canale 21 del digitale terrestre) domani alle 21.20, gioca la carta della fantascienza in prima visione con “Seven Sisters”, ultimo imperdibile film del talento norvegese Tommy Wirkola già autore dei cult Dead Snow e Hansel Gretel: cacciatori di streghe. In un futuro distopico in cui la Terra è afflitta dalla sovrappopolazione, il Governo ha imposto la regola del figlio unico. Quando nascono ben sette gemelle omozigote, il loro tutore è costretto a tenerle nascoste e, dando a ognuna di loro il nome di un giorno della settimana, simulare l’esistenza di una sola bambina. Superata la soglia dei 30 anni, Lunedì scompare scardinando l’ordine in cui la famiglia vive da anni e gettando nel panico le sue sorelle che dovranno esporsi per cercarla. Nel cast Noomi Rapace in ben sette ruoli, affiancata da Willem Dafoe e Glenn Close.

Terzo appuntamento con “Voice Anatomy”, il programma condotto da Pino Insegno e dedicato al mondo della voce e a tutte le sue declinazioni. Domani alle 23.30 su Rai2, la puntata sarà dedicata al rapporto tra la voce e lo sport. Ad intervenire saranno il campione del mondo Marcello Lippi, il plurimedagliato ginnasta Yuri Chechi, i commentatori sportivi Fabio Caressa e Marco Mazzocchi, il comico e imitatore Andrea Perroni, l’ex arbitro internazionale Gianluca Rocchi. Come sempre divulgazione, intrattenimento e comicità saranno le tre direttrici di “Voice Anatomy” grazie alla complicità di un nutrito gruppo di amici che amano divertirsi, oltre che giocare e lavorare con la voce come l’influencer e doppiatore TheMerluzz, il duo comico Le Coliche, il cantante comico Max Paiella, il professor Franco Fussi, l’attrice e cantante Nicole Magolie, il professor Andrea Papalotti, i Cluster e il sound teller Albert Hera che chiuderà la puntata con le sue straordinarie performance.

Dopo un secolo di divisioni tra laici e cattolici e di ostracismo nei confronti delle donne - malgrado l’evidente crescita del loro ruolo all’interno del tessuto sociale - il primo dicembre 1970 viene approvata in Italia la legge sul divorzio. La legge Fortuna-Baslini passa alla Camera dopo un estenuante dibattito tra le forze politiche, con 13 proposte di legge presentate in Parlamento e affossate sistematicamente. Paolo Mieli ripercorre le tappe di questo lungo e travagliato percorso insieme alla professoressa Silvia Salvatici a “Passato e Presente”, in onda domani alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia. Il dibattito sul divorzio ha accompagnato il Paese dall’Unità fino agli anni Settanta del Novecento, facendo di questo tema un terreno di scontro sul quale le forze politiche si sono accapigliate a più riprese. Neanche l’approvazione della legge placa gli animi. Dopo appena 4 anni dalla sua entrata in vigore, le forze cattoliche e conservatrici, guidate dalla Dc di Fanfani, raccolgono le firme necessarie a indire un referendum abrogativo. Il 12 maggio 1974, però, il voto popolare sceglie a grande maggioranza il No, aprendo la strada a una serie di conquiste nel campo dei diritti, che segneranno tutti gli anni Settanta.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x