Sabato, 12 Giugno 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Mondo Rai/appuntamenti e novità

14 Ottobre 2020

Mondo Rai/appuntamenti e novità

Tra i mille spettatori di Italia-Olanda, quarto turno di Nations League (gli azzurri sono al comando del gruppo 1 dopo lo 0-0 in Polonia), in programma domani alle 20.45 a Bergamo, ci sarà anche una delegazione di medici e infermieri degli ospedali Papa Giovanni XXIII e Humanitas e dei 243 Sindaci della Provincia, a rappresentare la popolazione di un territorio simbolo per il prezzo pagato in termini di vittime durante la fase più dura, in primavera, della pandemia da Covid-19. In segno di solidarietà e vicinanza alla città di Bergamo, poi, la curva Nord, che rimarrà deserta, sarà allestita con un grande tricolore. Italia-Olanda, che in caso di successo consentirebbe agli azzurri di avere due match point per le Final Four nell'ultimo turno in programma, quello di novembre, sarà trasmessa in diretta su Rai1 a partire della 20.35, subito dopo il Tg1. La telecronaca sarà di Alberto Rimedio e Antonio Di Gennaro, con interviste e interventi da bordo campo di Alessandro Antinelli e Aurelio Capaldi: in studio, invece, per la presentazione e i commenti sia ne pre che nel post partita, Marco Lollobrigida e Claudio Marchisio.

Quarto appuntamento con “Mare Fuori”, storie di ragazzi che “sbagliano” ospiti dell’Istituto di Pena Minorile di Napoli, tra minacce, amori, fughe, risse, cadute all’inferno e improvvise resurrezioni, in onda in prima visione su Rai2 domani alle 21.20. Nel primo episodio dal titolo “L’amore malvagio”, l’amicizia tra Filippo e Carmine è in crisi proprio ora che avrebbero bisogno l’uno dell’altro. Filippo non tarda a scoprire il prezzo della protezione di Ciro: durante il permesso incontrerà la sua famiglia in un ristorante. Edoardo approfitta dell'attività al laboratorio di ceramica per corteggiare a modo suo Teresa. Gemma, durante i colloqui con la madre, scopre il peggioramento della sorella sprofondando nei sensi di colpa; Carmine è determinato a non accettare il ricatto della sua famiglia, ma le leggi della Camorra sono chiare: Carmine deve obbedire a Ezio, uccidere un uomo e avere la sua vita in cambio. Nel secondo intitolato “Conosci te stesso”, Massimo continua ad avere per Carmine un occhio di riguardo e non sospetta nulla dell’ordine che ha ricevuto. Si rivede in lui, gli racconta la sua storia, di come a volte sia difficile fare la scelta giusta perché comporta un prezzo da pagare molto alto. Intanto Filippo ha incontrato i genitori a Napoli, deve obbedire a Ciro e mettere l’auto del padre a disposizione degli amici del giovane boss per trasportare droga al nord. Questa scelta lo tormenta al punto da rifiutare un insolito regalo dal boss, una escort recapitata direttamente nella sua camera d'albergo. Naditza, intanto, esce dall’IPM in permesso e raggiunge Filippo proprio nel momento in cui l'escort lo sta facendo cadere tra le sue braccia. Filippo fa quello che Ciro gli ha ordinato ma poco prima di entrare nell’IPM ha un ripensamento. Nel femminile l’ingresso di Gemma ha catalizzato l’attenzione di Viola che l’ha scelta come vittima designata. Intrigata dalla storia di violenza tra Gemma e Fabio, Viola spinge la nuova arrivata a contattare il fidanzato con un cellulare procurato da Ciro.

La vicenda di Gigino Wifi ancora al centro di “Chi l’ha visto?”, in onda domani alle 21.20 su Rai3. Dopo la segnalazione di un telespettatore, l’inviata Veronica Briganti è andata a verificare a Novara. E poi un altro mistero: la morte di un giovane campione di kick boxing, Gianmarco Pozzi, che l’estate scorsa aveva trovato un lavoro sull’isola di Ponza come addetto alla sicurezza di un locale. Una mattina di agosto il suo corpo è stato rinvenuto senza vita in una zona impervia con indosso solo un paio di pantaloncini. Inoltre gli appelli, le richieste di aiuto e le segnalazioni di persone in difficoltà. Per contatti: facebook: www.facebook.com/chilhavisto/twitter @chilhavistorai3 sito: www.chilhavisto.rai.it telefono 06.8262 o posta elettronica 8262@rai.it WhatsApp 345 313 1987.

Servizi e reportage per raccontare l’Italia del post emergenza alle prese con una crisi drammatica e lo sforzo di tante forze positive del Paese che lottano per superarla, all’insegna del coraggio e della creatività, nella seconda puntata di “Restart-L’Italia ricomincia da te”, condotta da Annalisa Bruchi con Aldo Cazzullo, in onda domani alle 23.25, su Rai2. Ospite in studio la ministra delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Teresa Bellanova. Della situazione in atto nel nostro Paese se ne parla poi con Renzo Rosso, imprenditore che ha reso grande nel mondo il made in Italy, con Matteo Sarzana, General manager di Deliveroo Italia e con lo chef Davide Oldani per un focus sulla crisi della ristorazione. Quanto è sicuro andare a mangiare al ristorante? Risponde il Professor Valerio Rossi Albertini, fisico del CNR. Dopo la tregua dovuta al Covid riprende l’attività della riscossione: in arrivo atti, notifiche e pignoramenti finora congelati. Ma anche imposte sospese, pagamento contributi e Iva. Da venerdì ripartono le tasse ma le famiglie e le aziende versano in gravi difficoltà. Come sempre il professore commercialista Gianluca Timpone spiega al pubblico ciò che entra ed esce dalle nostre tasche. A rendere chiara e intellegibile la giungla dei numeri, il professor Carlo D’Ippoliti dell’Università La Sapienza che spiegherà come è cambiata la ricchezza con il Covid. Chi ha perso e chi ha guadagnato. Anche Enrico Vanzina, in questi giorni nelle sale con il suo primo film da regista, “Lockdown all’italiana”, sarà ospite del programma per parlare del momento forse più buio della storia del cinema e del suo futuro. In questa puntata Aldo Cazzullo scrive al governatore della Campania, Vincenzo De Luca. “Restart-L’Italia ricomincia da te” è un programma di Annalisa Bruchi scritto con Alessandro Sortino.

Domani, alle 21.10 su Rai4 (canale 21 del digitale terrestre), un universo futuribile fondato su un videogame letale è lo sfondo del film in prima visione “Gamer”, diretto dalla coppia di registi Mark Neveldine e Brian Taylor, già autori della saga Crank con Jason Statham. Il produttore di videogames Ken Castle lancia sul mercato un nuovo prodotto, “Slayer”, nel quale, pagando una somma importante, si possono controllare dei condannati a morte inviati in pericolosissime missioni al termine delle quali, se sopravvissuti, si vince la libertà. La star della prima edizione, seguita da miliardi di persone, è Kable (Gerard Butler), “guidato” da un abilissimo teenager. Riuscirà a sopravvivere ai 50 combattimenti previsti dal gioco? Nello stile dei registi, il film assicura un tasso di azione adrenalinica ben al di sopra degli standard mainstream del genere action.

Domani, in seconda serata su Rai1, Il ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli e il presidente della Confindustria Carlo Bonomi si confronteranno a Porta a Porta intervistati da Bruno Vespa. Successivamente, il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, lancerà le giornate del FAI.

Dopo il racconto del Terzo Reich, la giovane documentarista Liliana Cavani continua il suo viaggio nei totalitarismi del Novecento affrontando la Russia di Stalin. Attraverso straordinarie immagini di repertorio fino ad allora mai viste, raccolte negli archivi internazionali, Cavani riuscì a documentare l'eredità della Rivoluzione d'Ottobre, gli anni della leadership di Lenin fino alla sua morte e l'affermazione di Stalin con il conseguente imporsi del culto della personalità e il consolidarsi del suo regime. Immagini che scorrono nel nuovo appuntamento con “La TV di Liliana Cavani. Un romanzo di formazione”, in onda in prima visione domani alle 22.00 su Rai Storia. Per raccontare i processi di Mosca, in assenza di materiale filmato, Cavani riuscì con un'abile opera di montaggio a far rivivere quella pagina buia della storia, aiutata dalle voci di illustri storici italiani e internazionali di allora. Nel corso di questa puntata, Massimo Bernardini conversa con Liliana Cavani sulle motivazioni e sul significato della scelta di affrontare l'età di Stalin, con tutte le sue luci e le sue ombre. Lo storico Giovanni De Luna, come sempre, inquadra questo lavoro della regista nella temperie culturale degli anni Sessanta.

“I puritani” di Vincenzo Bellini nell'allestimento del 2009 firmato da Pier’Alli, con Michele Mariotti sul podio del Teatro Comunale di Bologna. E’ l’opera che Rai Cultura propone domani alle 21.15 su Rai5. Nel cast Juan Diego Flórez (Lord Arturo), Nino Machaidze (Elvira), Nadia Pirazzini (Enrichetta di Francia), Ildebrando D’Arcangelo (Sir Giorgio), Gabriele Viviani (Sir Riccardo), Ugo Guagliardo (Lord Gualtiero), Gianluca Floris (Sir Bruno). Regia televisiva di Andrea Bevilacqua.

Domani, alle 21.10 Rai, Movie (canale 24 del digitale terrestre) propone “Chiamami col tuo nome”, il film con Timothée Chalamet che chiude la trilogia del desiderio di Luca Guadagnino. Nell’estate del 1983 il diciassettenne Elio è in vacanza con la famiglia nelle campagne intorno a Crema. Un giorno arriva in casa Oliver, un allievo del padre giovane e affascinante, impegnato in una ricerca per il suo Dottorato. Tra i due nasce una forte passione. Memorabili le parole rivolte dal padre al figlio nel discorso che chiude il film. Tratto dal celebre e omonimo romanzo di André Aciman, il film ha ottenuto un Oscar nel 2018 per la miglior sceneggiatura non originale scritta da James Ivory. Nel cast anche Armie Hammer e Michael Stuhlbarg. A seguire MovieMag dedicherà un approfondimento al film.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti