Martedì, 22 Giugno 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Mondo Rai / Appuntamenti e novità

27 Settembre 2020

Mondo Rai / Appuntamenti e novità

In Puglia, alla scoperta di un vero tesoro geologico con la puntata di Passaggio a nord ovest, il programma ideato e condotto da Alberto Angela, in onda sabato 26 settembre, alle 11.25, su Rai1. Si tratta delle Grotte di Castellana, uno spettacolare complesso di cavità sotterranee di origine carsica, che si sviluppa per una lunghezza di 3348 metri e una profondità massima di 120 metri dalla superficie. In Louisiana, lungo il Mississippi, invece spesso si rivive la sensazione di essere trasportati indietro nel tempo. Le sontuose magioni dei coltivatori, mantenute con cura maniacale, rappresentano i resti di un’epoca gloriosa dominata dai “baroni dello zucchero”: coloro che hanno costruito le proprie fortune sfruttando gli schiavi africani. Il viaggio di Alberto Angela prosegue in Egitto dove studi, scavi e scoperte non hanno fine e continuano a portare alla luce sempre nuovi tesori, come i resti di una delle sette meraviglie del mondo antico: il Faro di Alessandria. Inoltre, grazie al lavoro incessante degli archeologi, si potranno ammirare le ricostruzioni in 3D delle antiche tombe, nell’epoca del massimo fulgore. La puntata si chiude nel Daquezangbu, regione autonoma del Tibet nel nord ovest della Cina. Qui la terra è solcata da un sinuoso corso d’acqua, che modella le dune di sabbia e disegna laghi e paludi: è il Yarlung Tsangpo. Alcuni giovani del posto scelgono di studiare da guide alpine, per assistere gli alpinisti impegnati nelle scalate alle alte cime della catena dell’Himalaya.

Il racconto di alcune tra le pagine più belle e significative del viaggio fatto dagli inviati del Tg2 durante l’estate nel patrimonio artistico, archeologico e culturale del nostro paese, unico al mondo per vastità e bellezza, protagonista di Tg2 Dossier, in onda sabato 26 settembre alle 23.30 su Rai2. Un patrimonio vastissimo in cui affondano le nostre radici, troppo spesso non adeguatamente valorizzato. Da nord a sud si contano quasi cinquemila tra musei, aree archeologiche, monumenti e sono 55 i siti riconosciuti dall’Unesco come ‘patrimonio dell’Umanità’. Una risorsa da scoprire e riscoprire, da tutti indicata come decisiva anche per il rilancio economico dell’Italia dopo la crisi innescata dalla pandemia.

Un appuntamento quotidiano per raccontare i territori dopo l’emergenza Covid: dalla sanità ai trasporti, dalla scuola ai problemi del lavoro, dall’ambiente ai temi sociali. Da lunedì 28 settembre alle 7.40 su Rai3 torna “Buongiorno Regione”, la rubrica della Tgr in onda dal lunedì al venerdì che – tra informazione e rapporto con i telespettatori – si propone di continuare a essere una finestra sull’attualità di ogni regione. Una rubrica che è leader negli ascolti della fascia del mattino con 888.000 spettatori di media e il 14.8 per cento di share e che ha fatto segnare, nell’ultima edizione, un incremento superiore all’1.5 di share con 108.000 telespettatori di media in più rispetto alla stagione precedente. “Buongiorno Regione”, quest’anno, intende offrire ai cittadini un punto quotidiano sulla situazione Covid: dati su contagi e ricoveri, informazioni utili per tamponi, test e quarantena, dando spazio anche a quello che non va, che manca, o che non funziona come dovrebbe. In sommario, servizi e dirette dalle principali località della Regione su sanità, disagio sociale, strade, tasse, rifiuti, ma anche economia e politica, con l’obiettivo, a partire da un caso specifico, di coinvolgere tutta la platea televisiva. Non mancheranno inchieste e rubriche con il coinvolgimento dei cittadini, che potranno segnalare piccoli o grandi problemi (una pianta caduta, un tombino scoperchiato, le buche nelle strade, le code in un ufficio pubblico) che però riguardano tutti. “Dal vostro inviato”, inoltre, permetterà a tutti di inviare a un numero di cellulare - attraverso Whatsapp - foto, video e segnalazioni che saranno valutate dalla redazione e mandate in onda. Buongiorno Regione va in onda subito dopo la prima trasmissione nazionale della Tgr, “Buongiorno Italia”: un viaggio nell’attualità e nella cronaca che si snoda fra le 7.00 e le 7.40 su Rai3, con dirette e collegamenti da tutte le sedi regionali.

“De Pretore Vincenzo” nella versione televisiva del 1976: è la commedia, diretta e interpretata da Eduardo con Luca De Filippo e Angelica Ippolito, che Rai Cultura propone sabato 26 settembre alle 16.00 su Rai5, nell’ambito dell’omaggio al grande scrittore, commediografo e attore di teatro nel 120° anniversario della nascita. “De Pretore Vincenzo” racconta la storia di un piccolo criminale di strada che non riesce a redimersi, nonostante l'amore della sua Ninuccia. Una visione premortale sembra avviarlo verso la redenzione ma l'amaro finale lascia poche speranze. Il protagonista della commedia del '57 è un piccolo criminale orfano e sfaticato, amato solo dalla giovane serva Ninuccia. Vive in una catapecchia e ha come unico bene un anello, che sostiene essere il segno delle sue nobili origini. Il giovane viene arrestato e, al suo rilascio, Ninuccia lo convince a fare voto a San Giuseppe affinché lo aiuti nel suo mestiere di ladro. Tutto sembra funzionare e Vincenzo ruba in quantità, finché non viene ucciso. In una visione premortale Vincenzo cerca di raggiungere il Paradiso, scortato dalla Madonna, che ha il volto della madre adottiva, e da San Giuseppe, con le sembianze di un tabaccaio derubato anni prima. Vincenzo viene ricevuto dal Signore, che accetta di tenerlo con sé anche se i nobili natali non sono stati accertati. La scena torna alla realtà: il ladro muore in uno squallido pronto soccorso. Quando i funzionari chiedono a Ninuccia chi lui fosse, lei risponde: "Nessuno".

Sono ripartiti con un omaggio alla danza e a Carla Fracci, lo scorso 19 settembre, gli appuntamenti con “Senato & Cultura” il ciclo di eventi ideato sulla base di un protocollo d'intesa che impegna il Senato della Repubblica e la Rai ad accrescere la conoscenza del patrimonio artistico-culturale italiano attraverso la valorizzazione di talenti e di eccellenze italiane. Condotto da Benedetta Rinaldi l’appuntamento viene proposto da Rai Cultura sabato 26 settembre alle 20.15 su Rai5 con l’esibizione di primi ballerini e solisti dei corpi di ballo del Teatro San Carlo di Napoli, del Teatro alla Scala di Milano, del Teatro Massimo di Palermo e del Teatro dell'Opera di Roma e del Coro di Voci Bianche dell’Accademia di Santa Cecilia diretti dal Maestro Mario Mora. Tra gli ospiti anche l’attrice Bianca Guaccero e il regista Alessandro D’Alatri.

Nel 1952 il dittatore Fulgenzio Batista prende il potere a Cuba con un colpo di stato. Tra i suoi oppositori si distingue un giovane avvocato cubano: Fidel Castro. Dopo l’assalto alla caserma Moncada con un manipolo di uomini, Castro viene arrestato. Graziato dopo tre anni di galera, fugge in Messico dove organizza la rivoluzione che nell’arco di tre anni spazzerà via Batista e darà a Cuba una nuova storia. A “Passato e Presente”, il programma di Rai Cultura in onda sabato 26 settembre alle 20.30 su Rai Storia, il professor Franco Cardini e Paolo Mieli analizzano i protagonisti di quei giorni e raccontano la storia di una rivoluzione che è entrata nell’immaginario collettivo, a cominciare da quel 2 gennaio 1959, il giorno che i “Barbudos” entrarono a L’Avana.

Prosegue il viaggio di "A Sua Immagine" alla scoperta dei luoghi dove l'invisibile diventa visibile. È nota come la città dei Papi per aver dato i natali a quattro pontefici e per essere stata a lungo sede papale: sabato 26 settembre alle 15.30 su Rai1 Lorena Bianchetti accompagna il pubblico alla scoperta di Anagni, cittadina piena di arte, cultura e spiritualità, scenario di tanti avvenimenti cruciali per la storia della Chiesa. Si visiterà il centro storico, scoprendo i segreti della meravigliosa cattedrale e della cripta, che custodisce un ciclo di affreschi di eccezionale bellezza, definito dal cardinale Gianfranco Ravasi una “piccola Sistina sotterranea”. Si entrerà, poi, nel palazzo di Bonifacio VIII e nella casa museo del grande scultore Tommaso Gismondi, amico di Giovanni Paolo II e Paolo VI e si conoscerà, infine, la storia del Timballo di Bonifacio VIII. Paolo Balduzzi, invece, dal borgo di Fumone, a pochi chilometri da Anagni, racconterà la storia di Celestino V. Alle 15.54, per “Le ragioni della Speranza”, ad accompagnare le riflessioni sul Vangelo domenicale don Maurizio Patriciello. Ci sono quartieri problematici in cui nascono dei fiori bellissimi anche grazie all’opera della Chiesa. È il caso di Salicelle di Afragola che come il parco verde di Caivano, dove è parroco don Maurizio Patriciello, custodisce una parrocchia che accompagna le famiglie nella vita di tutti i giorni. Questa puntata, prima e seconda parte, andrà in replica su Rai1, la domenica dalle 6 alle 06.30

Si può coniugare uno stile di vita sostenibile con un’idea di futuro che sia sempre sinonimo di progresso? E immergersi nel territorio con la certezza che davvero il chilometro zero sia la via maestra per il successo? Sviluppo, ricerca, valorizzazione, creatività, sono questi i requisiti non minimi ma necessari per ripensare e pensare un approccio virtuoso al vivere. “Linea Verde Life” scopre, indaga, sottolinea le potenzialità e le prospettive delle città italiane e delle aree da esse descritte, che siano metropoli o comuni di provincia, come nel caso di Perugia che dell’essere immersa nel verde dell’Umbria, ha fatto la sua forza. Sabato 26 settembre su Rai1 alle ore 12.20 con il calendario che parla già di autunno e i colori dell’estate ancora sui campi, Linea Verde Life dipingerà un quadro di bellezza, scienza, patrimonio e gusto nella regione dove lentezza fa rima con eccellenza. Biodiversità, studio e ottimizzazione delle risorse autoctone saranno al centro dell’itinerario percorso da Marcello Masi, che si muoverà tra il capoluogo umbro e il Lago Trasimeno, mentre Daniela Ferolla si occuperà di benessere, verde urbano e alimentazione, toccando Assisi e i suoi dintorni, per poi immergersi nella bellezza di Palazzo Baldeschi con la mostra “Raffaello in Umbria”. Ampia pagina riservata alla tavola e al cibo di strada con i prodotti tipici umbri, protagonisti anche nella ricetta di Federica de Denaro.

Un grande thriller in prima visione è l’offerta di sabato 26 settembre alle 21.20 su Rai4 (canale 21 del digitale terrestre): “Fredda è la notte”, interpretato da Bryan Cranston, celebrato protagonista dell’acclamata serie Breaking Bad. Chloe, giovane madre single fa la receptionist di un motel di provincia, teatro di un brutale duplice omicidio in cui è coinvolto un misterioso uomo. Per evitare che i servizi sociali le portino sua figlia, la donna dovrà suo malgrado aiutare l’uomo a venire a capo della vicenda.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x