Sabato, 12 Giugno 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

"Il mio talento? Quello di non averne"

25 Settembre 2020

"Il mio talento? Quello di non averne"
SPETTACOLO

"Nella mia esperienza, penso che il mio talento sia quello di non averne, la fortuna è importante e nel mio caso penso siano stati tanti gli elementi che si sono uniti nel momento giusto. Quando sono uscito con il mio primo disco e ho ricevuto le attenzioni della case discografiche e del pubblico, il mio lavoro aveva una forte connotazione sociale e politica, in un periodo in cui il rap non parlava più di società e di politica. Ho portato qualcosa di nuovo e di diverso nel momento giusto”. A dirlo è Fedez, ospite stamane a 'Giletti c'è' su Rtl 102.5.

Il rapper ha parlato anche della meritocrazia: "La meritocrazia in Italia c’è in alcuni settori e in altri meno, i settori dove il merito viene attribuito da terzi è più probabile sia meno meritocratico", ha osservato Fedez. Che ha poi sottolineato un concetto che riguarda i 'figli di': "I figli di personaggi con cognomi altisonanti si portano questo peso: anche io sono cresciuto con il pregiudizio che i 'figli di' fosse qualcosa a cui stare lontano. Poi ho avuto un figlio anche io, e analizzi un po' più in profondità la cosa e capisci che è una fortuna, ma a volte può essere un fardello. Spesso mi chiedo se nella società di oggi per mio figlio sarebbe un peso avere due genitori come me e Chiara", ha aggiunto Fedez.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti