Venerdì, 30 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Mondo Rai/ Appuntamenti e novità

13 Aprile 2020

[ad_1]
Mondo Rai/ Appuntamenti e novità

Un’immersione nella bellezza attraverso la vita di Raffaello nel suo “periodo romano”, dal 1509 al 1520, anno della sua scomparsa. La propone domenica 12 aprile, alle 23.40 su Rai1, lo Speciale Tg1 con il doc di RaiCultura, di Davide Savelli e Massimiliano Griner, con la regia di Graziano Conversano, in omaggio al grande artista a cinquecento anni dalla morte. Proprio come Raffaello, il documentario ‘entra’ a Roma da Porta del Popolo per poi far rivivere la sua meraviglia davanti alla visione delle rovine dell’antica Roma, l’entusiasmo per i primi incarichi assegnatigli da Papa Giulio II e la soddisfazione per la carriera in perenne ascesa. Un’occasione - con l’aiuto di storici dell’arte, come Alessandro Zuccari; teorici estetici, come Rodolfo Papa; e storici dell’età moderna, come Anna Maria Visceglia - per descrivere anche la città di Roma all’inizio del XVI secolo, il fermento urbanistico dell’epoca, le ambizioni rinnovatrici dei pontefici, le lotte tra le famiglie aristocratiche e l’emergere della nuova figura dei banchieri. Il tutto naturalmente intervallato dalla visione delle grandiose opere che Raffaello ci ha lasciato in eredità. E, come ultimo omaggio, il documentario si chiude davanti alla tomba di Raffaello e all’epitaffio che per lui scrisse, in latino, l’amico Pietro Bembo, riassumendone il genio: “la Natura stessa, finché fu in vita, ebbe timore di esser vinta, e una volta morto, temette di morire anch’essa”.

Ospiti in esclusiva a “Che tempo che fa“ - in onda domenica 12 aprile alle 21.00 su Rai2 - i Nobel per l’Economia Esther Duflo e Abhijit Banerjee, premiati lo scorso 10 dicembre a Stoccolma per il loro approccio sperimentale nella lotta alla povertà globale. I due economisti, coppia nella vita ed entrambi professori presso il Massachusetts Institute of Technology (MIT), hanno condiviso il riconoscimento con Michael Kremer “per aver introdotto un nuovo approccio per ottenere risposte affidabili sui modi migliori per combattere la povertà globale” tra cui “suddividere il problema in questioni più piccole e quindi più gestibili”, come sottolineato nelle motivazioni del premio. Esther Duflo è stata la seconda donna a vincere il riconoscimento in questa categoria e la più giovane di sempre a vincere il Nobel. Nel 2003 Duflo e Banerjee hanno co-fondato, insieme a Sendhil Mullainathan, il centro di ricerca Abdul Latif Jameel Poverty Action Lab (J-PAL) presso il Mit. Da allora il laboratorio ha condotto oltre 200 esperimenti di sviluppo empirico e addestrato i professionisti dello sviluppo a condurre studi randomizzati e controllati. Le attività di questo centro di ricerca sono diffuse nel mondo e hanno permesso la creazione di una rete che oggi collega quattro continenti: Africa, America Latina, Europa e Asia.

Si intitola “Dolce come il miele?” il terzo appuntamento di “Indovina chi viene a cena”, in onda domenica 12 aprile alle 20.30 su Rai3. Un viaggio che ripercorre alcune delle principali inchieste del programma di Sabrina Giannini, aggiornandole con le novità: dalle frodi sul miele al futuro delle api. Dicono che senza le api non avremmo l'agricoltura eppure oggi si usano bombi “usa e getta” per impollinare e insetti-robot inventati dagli ingegneri per carpirne i segreti ma anche per sostituirle nell’agricoltura intensiva, così non ci sarà più il problema di preservarle dai pesticidi: sarà questo il futuro dell'apicoltura? Le api sono minacciate in particolare dall'abuso dei fitofarmaci, sostanze che sempre più spesso arrivano anche sulla nostra tavola. Come il glifosato, ritrovato persino in uno dei cibi simbolo della nostra tradizione: la pasta. Ma la chimica unisce l’Occidente all’Oriente, da dove oggi arrivano molti dei cosiddetti superfood. Cibi alla moda come zenzero e curcuma, utili alleati per la nostra salute ma non del tutto privi di rischi. Una puntata per fare chiarezza su questi alimenti e su norme che ancora non riescono a tutelarci completamente.

Domenica 12 aprile, su Rai1 alle 21.25, andrà in onda il film di Roger Young “Jesus” con un cast internazionale tra cui Jeremy Sisto, Jacqueline Bisset, Luca Zingaretti, Elena Sofia Ricci, Stefania Rocca e Gary Oldman. Sfilata di talenti per raccontare la vita di Gesù, la sua piena umanità, la sua formazione. E poi l’esperienza delle tentazioni di Satana, in cui Gesù vive il dramma umano del discernimento della sua missione. Un Gesù che compie miracoli, prega, rivela la volontà del Padre, ma anche che respinge con serenità l’innamoramento di una donna, che sa ridere e scherzare, con i bambini come con i discepoli, che ama la vita e le sue gioie. Gesù che compie umanamente l’esperienza della Croce, quando da figlio accoglie la volontà del Padre e sceglie la via della morte per la salvezza di tutti.

Il percorso umano e spirituale di Francesco d’Assisi, che per poter vivere in maniera radicale il Vangelo si fece "povero tra i poveri" in una società che li disprezzava, così come lo ricordano Chiara e altri cinque suoi seguaci, a pochi anni dalla sua morte, avvenuta il 4 ottobre del 1226. È il film “Francesco”, di Liliana Cavani, con Mickey Rourke, Helena Bonham Carter, Paolo Bonacelli, Fabio Bussotti, Mario Adorf, in onda domenica 12 aprile alle 21.10 su Rai Storia per il ciclo “Binario Cinema”. "David di Donatello" a Danilo Donati per i Costumi e Nastro d’argento a Fabio Bussotti come migliore attore non protagonista.

Un viaggio alla ricerca delle origini di Venezia nei territori più remoti della sua laguna: San Michele, Murano, Sant’Erasmo, San Francesco del Deserto, Burano, Torcello. Terre di frontiera raccontate nel documentario di Federico Lodoli “I lagunari”, in onda in prima visione domenica 12 aprile alle 22.00 su Rai5 per la seconda stagione della serie “Di là dal fiume e tra gli alberi”. Un universo mutevole e inafferrabile, dove tutto scorre, come l’acqua che circonda tutte queste isole, in un divenire placido e lentissimo. Un paesaggio mobile e lunare che in un perenne apparire e svanire rivela la libertà e la fierezza di chi vi abita. Gli impassibili custodi di anime di San Michele, le inossidabili forze artigiane di Murano, i sacerdoti dei culti ortofrutticoli di Sant’Erasmo, gli eremiti minori di San Francesco del Deserto, i visionari maestri d’ascia di Burano, fino agli ultimi esponenti dell’antica città Serenissima di Torcello. Infine loro, la vera anima della laguna: i pescatori di Moeche. Solitari e poetici custodi di questo mondo perduto. Perché quando si giunge all’estremo nord della laguna, dove la natura ha il sopravvento, le antiche città sono sommerse e dell’uomo non vi è più traccia, ci si trova davvero a ridosso della fine del mondo. Ed è proprio in queste terre di frontiera che si scopre anche l’origine del nostro spirito, perché è proprio qui che nasce ciò che è “Di là dal fiume e tra gli alberi”.

La 30° puntata di “Domenica In”, in onda domenica 12 aprile dalle 14 su Rai1, anche nel giorno di Pasqua sarà trasmessa in diretta dagli Studi ‘Fabrizio Frizzi’ di Roma con la conduzione di Mara Venier. Protagonisti della puntata saranno tanti amici e ospiti in collegamento dalle loro case: Gina Lollobrigida racconterà la sua particolare domenica di Pasqua in compagnia dei suoi amici a 4 zampe; Francesco Renga si collegherà dalla sua casa di Brescia; Rocio Munoz Morales racconterà il momento particolare che sta vivendo in casa insieme al compagno Raoul Bova e alle loro bambine e con il cuore alla sua Spagna; Daniele Liotti farà una sorpresa a Mara Venier, insieme al cast del film “Un figlio di nome Erasmus”, visibile in streaming, Luca Bizzarri, Paolo Kessisoglu, Ricky Memphis.Donatella Rettore si collegherà dalla sua casa di Castelfranco Veneto e insieme a Michela Vittoria Brambilla lancerà l’appello a non abbandonare gli animali in particolare in questo periodo di emergenza da coronavirus.Katia Ricciarelli, insieme al tenore Alfio Bonanno in collegamento da New York, canterà la canzone “Hallelujah”, accompagnata dal coro di bambini “Le dolci note”. Ci sarà anche spazio per le dolcezze di Pasqua con il noto chef e pasticcere Ernst Knam, in collegamento da Alassio.

È Roberto Vecchioni il protagonista della puntata de La mia passione, il programma ideato e condotto da Marco Marra, in onda domenica 12 aprile alle 23.25 su Rai3. Una monografia che ripercorre i momenti più significativi ed emozionanti della carriera del grande cantautore, un ritratto appassionato e inedito che rivela tratti della sua vita e della sua personalità intimi ed imprevedibili. L’artista - che non ha mai abbandonato la professione di insegnante di liceo, diventando anche il professore più famoso e amato d’Italia - si lascia accompagnare da Marra nel suo mondo e racconta la nascita dei successi più famosi, da Luci a San Siro a Chiamami ancora amore, regalando frammenti di esibizioni live unplugged come l’inedita e appassionata Parola, tratta dall’ultimo album. Arricchiscono la puntata repertori accuratamente selezionati dagli archivi storici della Rai, foto e filmati amatoriali.

Domenica 12 aprile, alle 17.35 su Rai1, si festeggia in casa ma con molti amici. Gli ospiti di Francesca Fialdini questa settimana: ‘l’Étoile dei Due Mondi’ Roberto Bolle, Carlo Conti e il CT della Nazionale Roberto Mancini. Inoltre, saranno intervistate in studio da Francesca Fialdini la conduttrice e scrittrice Andrea Delogu e la giornalista del Tg1 Laura Chimenti. Infine, interverranno la talentuosa attrice Matilde Gioli e la cuoca e foodblogger Sonia Peronaci.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.


[ad_2]
Source link
Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x