Venerdì, 27 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Calcio: Juric "Al Torino felice e soddisfatto ma c'è tanto da lavorare"

13 Maggio 2022

Calcio: Juric "Al Torino felice e soddisfatto ma c'è tanto da lavorare"

"Belotti? Nei prossimi giorni si saprà tutto" TORINO - A quel passato resterà sempre legato ma senza rimpianti. Ivan Juric torna a Verona da avversario: sulla panchina dell'Hellas ha vissuto due stagioni intense prima di accettare l'offerta del Torino e domani "sarà un grandissimo piacere ritrovare i giocatori e tutto l'ambiente dove mi sono trovato più che bene, sono stato molto felice lì. Ma era arrivato per me il momento di cambiare. È stato comunque bellissimo costruire quello che abbiamo costruito e mettere dentro quello spirito che vedo ancora oggi, nella scelta dei giocatori, nelle idee su come deve funzionare la società, un gruppo di giocatori. Tudor ha fatto poi un lavoro splendido". E il Verona, infatti, è nono, subito davanti al suo Toro di cinque lunghezze. "Ma guardando da dove si è partiti - loro da una base solida di lavoro, aggiungendo giocatori come Caprari e Simeone che hanno fatto il salto di qualità - entrambe le squadre hanno fatto grandi cose. Il Torino ha fatto grandissimi passi in avanti - rivendica Juric - Si è lavorato bene in questo periodo, abbiamo messo le basi per migliorare tutto. Ci sono state cose positive, vediamo se riusciamo a mettere su un gruppo forte". Servirà sciogliere alcuni nodi, su tutti quello del rinnovo di Belotti. "Penso che nei prossimi giorni si saprà tutto. Pellegri? Ancora non abbiamo deciso, è presto per fare previsioni per il futuro. Brekalo? Ha fatto un periodo positivo e un altro non tanto, vedremo tutto in questi giorni, ma dovete chiedere a Vagnati". Di sicuro al Toro ci sarà ancora lui nella prossima stagione. "Sono felice qui, c'è tanto da lavorare, ci sono situazioni e dinamiche a cui devo adattarmi. A Verona c'era un modo di lavorare un po' diverso e quindi bisogna adattarsi ma sono soddisfatto e felice. Questo è un Torino in costruzione, abbiamo posto le basi per un certo modo di giocare ma non siamo ancora fluidi in certe situazioni, nella gestione dei momenti. Qualcosa l'abbiamo fatta ma dobbiamo lavorare e migliorare ancora tanto e su tanti aspetti". Anche per questo, nelle ultime due giornate, "non sperimenteremo molto, dobbiamo pensare a migliorare, ci sono dei concetti che non sono stati ancora assimilati del tutto". Juric annuncia che contro il Verona, oltre a Singo, squalificato e operato, mancherà pure Bremer - al loro posto Aina e Zima -, ed entrambi salteranno anche l'ultima gara di campionato. "Hanno stretto i denti a lungo, Bremer nelle ultime quattro settimane ha giocato dolorante, è giusto che si curi. Ci sono giocatori che hanno tirato tanto ed è normale che arrivi anche un po' di stanchezza", annuncia Juric, che però ci tiene a fare bella figura. "Domani troveremo un Verona carico, che ha voglia di fare il record di punti. Noi dobbiamo essere pronti, mentalmente e fisicamente, altrimenti la perdiamo. Mi aspetto una prestazione importante da tutti". - foto LivePhotoSport - . glb/red 13-Mag-22 11:35

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x