Lunedì, 23 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Calcio: Sabatini "Per Salernitana 5-6 rinforzi, resta chi ci crede"

17 Gennaio 2022

Calcio: Sabatini "Per Salernitana 5-6 rinforzi, resta chi ci crede"

"Ribery? È un campione e farà il campione" SALERNO (ITALPRESS) - Tutti sotto esame: chi è alla Salernitana è chiamato da subito a far vedere di essere votato alla causa, quella della salvezza. Walter Sabatini ha chiaro il progetto che dovrà svilupparsi nei prossimi otto giorni. Il navigato dirigente non fa nomi, si mantiene vago, mentre il presidente Iervolino lo segue a distanza in videoconferenza. Ma gli innesti riguarderanno tutti i reparti, nessuno escluso, col neo ds granata che incontrerà la squadra domani, dopo aver avuto già un esaustivo rapporto da Colantuono nei giorni scorsi. "Penso che arriveranno cinque-sei calciatori - afferma - Prima, però devo incontrare la squadra, non l'ho ancora fatto. Gli parlerò brevemente, io sono un maestro di sintesi, dirò quello che devo. Chi è votato alla causa, chi getterà il cuore oltre l'ostacolo resterà. Poi le valutazioni le faremo insieme. Il presidente Iervolino non ha parlato di budget ma abbiamo parlato di tipologie di operazione. Abbiamo un po' messo a fuoco la modalità. Certo, se ci sarà da fare un sacrificio motivato, si farà". Gente motivata e senza problemi, decisa a perseguire ad ogni costo il risultato. "Giungeranno pochi ragazzi giovani ma che magari saranno una testa di ponte per il futuro. Non ce la faccio a fare una sessione di mercato senza portare un giovane. Arriveranno anche giocatori non giovanissimi ma che siano liberi mentalmente da ogni tipo di vincolo e pronti ad avere una spinta incredibile alla ricerca del risultato". Ma c'è anche Ribery, che Sabatini incontrerà a breve. "Ribery è un campione e farà il campione. - risponde il diesse granata - Nessuno discute il ruolo, l'importanza di Ribery. E mi sembra, da quanto ho anche saputo, che si sia comportato da tale finora. Dopo questa conferenza lo chiamerò per salutarlo e per dargli un appuntamento perché voglio che senta vicina la società". Sei mesi di contratto e un rapporto già stretto col presidente Iervolino. "I sei mesi di contratto sono stati una mia richiesta perché nella mia vita non ho mai voluto gravare sui club. - afferma Sabatini - Faccio contratti snelli, veloci. Se non sarò soddisfatto me ne andrò a prescindere dalle categorie. Il presidente mi ha convinto per la sua personalità, per il suo modo di essere, il suo modo di esprimersi. Ha in mente cose fantastiche, il giorno in cui parteciperà alla prima riunione di Lega, sugli altri presidenti arriverà un tornado". (ITALPRESS). aro/glb/red 17-Gen-22 17:11

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x