Mercoledì, 26 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Golden Foot a Montecarlo: Maldini, Oriali e Gravina fra premiati

29 Novembre 2021

Golden Foot a Montecarlo: Maldini, Oriali e Gravina fra premiati

Nel corso degli anni sono stati oltre 90 i campioni del calcio mondiale ad aver lasciato il segno del proprio piede. MONTECARLO (MONACO) (ITALPRESS) - Montecarlo si mette il vestito della festa per la serata di gala che premierà il vincitore del Golden Foot 2021, il prestigioso premio organizzato nel Principato che permetterà a uno dei dieci fuoriclasse selezionati di mettere la propria impronta del piede sulla Champions Promenade. Nel corso degli anni sono stati oltre 90 i campioni del calcio mondiale ad aver lasciato il segno del proprio piede, tra i quali Maradona, Pelé, Eusebio, Zidane, Cristiano Ronaldo, George Best, Ferenc Puskas, Zlatan Ibrahimovic e Roberto Baggio. Per questa edizione a contendersi il premio saranno Messi, Lewandowski, Chiellini, Neymar, Salah, Ramos, Aguero, Piqué, Benzema e Lukaku. Durante la conferenza stampa di presentazione sono intervenuti alcuni dei campioni cui è stato assegnato il premio Golden Foot Legend Award, che quest'anno è andato a Paolo Maldini, Gabriel Batistuta, Gunther Netzer, Dani Alves, l'ex fuoriclasse del calcio femminile Kelly Smith e Gabriele Oriali. Particolarmente emozionato Dani Alves, fresco di ritorno a Barcellona ("Per me è come una famiglia, io e Xavi siamo pronti ad aiutare la squadra"), mentre Gabriele Oriali ha coronato un anno ricco di successi. "Sono molto orgoglioso e contento di questo premio - ha detto il team manager azzurro -, un riconoscimento che in passato è andato a grandissimi campioni, segno che anche io ho fatto qualcosa di buono. Per me questo è stato un anno molto bello, con la vittoria dello scudetto con l'Inter, dell'Europeo con l'Italia e ora questo premio. Vorrei che quest'anno non finisse mai, e che proseguisse fino ai playoff di marzo, perché l'Italia possa andare avanti e raggiungere i Mondiali". Antonio Caliendo, ideatore e organizzatore del premio, ha anche conferito un riconoscimento speciale, il Golden Foot Prestige, al presidente della Federcalcio Gabriele Gravina, per la sua carriera da dirigente al Castel di Sangro, la squadra del piccolo comune abruzzese di 6000 abitanti capace di ottenere cinque promozioni in dieci anni fino ad arrivare alla Serie B: "Quando si ha la possibilità di dimostrare le proprie capacità in un progetto piccolo che poi diventa grande, diventa uno stimolo per fare sempre meglio - le parole di Gravina -, fino ad arrivare in Federcalcio dove quest'anno abbiamo ottenuto grandi risultati". (ITALPRESS). bf/glb/red 29-Nov-21 17:13

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x