Giovedì, 27 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Chi è Monica Contrafatto: storia dell'atleta paralimpica che ha perso la gamba in Afghanistan

Scopriamo chi è Monica Contrafatto, l'atleta stata vittima di un attacco terroristico in Afghanistan in

25 Agosto 2021

Monica Contrafatto

Monica Contrafatto (foto profilo Instagram)

Monica Contrafatto è un'atleta paralimpica dalla storia singolare, storia che in questi giorni, pensando a tutto quello che sta accadendo a Kabul, fa riflettere ancora di più. Monica è stata la prima donna soldato dell'Esercito Italiano. Era il 24 marzo 2021 quando, mentre lavorava in Afghanistan, è rimasta vittima di un attentato terroristico e ha perso la gamba destra.

"Ci sono tante cose belle nello sport - ha rivelato l'atleta - ma la voglia di riscattarsi per me è la migliore. Quando la vita ti toglie qualcosa lo sport te ne dà 100 in cambio e tra queste il riscatto". Con grandissimo coraggio e tanta tenacia, Monica ha ricominciato a lottare dopo quel tragico evento. Nel dicembre 2012 ha ricevuto la sua prima protesi da cammino. Nel 2013 ha ricominciato a lavorare con ruolo d’onore. Nel novembre 2013 ha indossato la sua prima protesi da corsa. Da quel momento ha iniziato ad allenarsi e poco dopo ha iniziato a vincere moltissime medaglie.

Chi è Monica Contrafatto: storia  e dramma in Afghanistan

Il 24 marzo 2012 alle 18, in Italia erano le 14:30, la base italiana nel distretto del Gulistan, nella provincia di Farah in Afghanistan, è stata colpita da un attacco terroristico. Monica Contrafatto si trovava nel campo in qualità di Caporal Maggiore. A causa di quel terribile attentato ha subito gravi lesioni alla gamba destra che è stata poi amputata. Il sergente Michele Silvestri ha invece perso la vita.

La storia di Monica è ricca di forza, coraggio e determinazione. Facendo zapping dal letto dell'ospedale militare in cui era ricoverata, la Contraffato si è soffermata sulla finale dei 100 metri delle Paralimpiadi di Londra. Ne è rimasta affascinata e ipnotizzata. Ha assistito quel giorno alla vittoria di Martina Caironi e, da quel momento, non ha avuto dubbi: la corsa sarebbe stato il suo futuro. Dopo aver ricevuto la prima protesi da camminata nel dicembre 2021 e quella da corsa nel 2013, Monica ha iniziato ad allenarsi costantemente con tutta la sua energia. Un infortunio al ginocchio non l'ha fermata. Si è subito ripresa e nell'agosto 2016 ha vinto la medaglia di bronzo paralimpica nei 100 metri piani categoria T42 ai Giochi Paralimpici di Rio de Janeiro. Nel 2018 si è aggiudicata la medaglia d'oro nei 100 metri piani agli Invictus Games a Sydney.

Paralimpiadi Tokyo 2020, Monica Contrafatto: "Correrò anche per l’Afghanistan"

"Ho fatto la mia prima missione in Afghanistan tra il 2009 e il 2010, a Schindad - ha rivelato qualche anno fa Monica Contrafatto-  e non me l’aspettavo così bello. Quando abbiamo cominciato a fare le prime uscite per fare aiuti umanitari, ho conosciuto un sacco di bambini che con poco sembrava che gli tu dessi la vita e quindi ti riempivano il cuore. Mi sono resa conto che dando poco, ho ricevuto tantissimo. Sono partita vuota e sono rientrata piena dentro".

Oggi l'atleta è in gara alle Paralimpiadi Tokyo 2020 ed è tornata a parlare dell'Afghanistan mostrando tutta la sua vicinanza alla popolazione del Paese. "Correrò per l’Italia, ma anche per l’Afghanistan e spero di dedicargli una medaglia", ha rivelato Monica Contrafatto a La Stampa, prima dell'inizio della competizione.

"Dopo aver perso la gamba, ho capito che la parte estetica è solo l’impalcatura di una casa. Ma se non c’è cuore e cervello è vuota dentro, ha detto all'Ansa. "Il mio sogno è l’oro - ha aggiunto - ma visto che siamo tre italiane il mio secondo sogno sarebbe fare un tris sul podio".

Monica Contrafatto ha un sogno. “Ho lasciato il mio lavoro a metà. A costo di perdere pure l’altra gamba, voglio tornare là, in Afghanistan. Ad aiutare per costruire la pace”.

Monica Contrafatto Instagram

Monica è molto seguita sul suo profilo Instagram dove pubblica le foto delle sue gare, momenti di vita quotidiana e le dolci coccole con il suo cagnolone. Negli ultimi post appare in aeroporto pronta per partire per le Paralimpiadi Tokyo 2020.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x