Venerdì, 30 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Tokyo 2020, infortunio per Matteo Berrettini: salta le Olimpiadi

Grave infortunio per il tennista romano, per il Coni sarà "impossibile sostituirlo"

18 Luglio 2021

Tokyo 2020, infortunio per Matteo Berrettini: salta le Olimpiadi

Fonte: lapresse.it

Infortunio muscolare per Matteo Berrettini che ora salterà le Olimpiadi di Tokyo 2020. Il tennista romano, prima testa di serie azzurra e recente finalista al torneo di Wimbledon contro Novak Djokovic, non potrà dunque partecipare alla competizione slittata di un anno per colpa dell'esplosione del Covid 19.

Tokyo 2020, infortunio per Matteo Berrettini: salta le Olimpiadi

"Matteo Berrettini alza bandiera bianca - ha scritto il Coni sul suo sito - Il tennista azzurro deve rinunciare alla partecipazione dei Giochi Olimpici, a causa dei postumi di un infortunio muscolare, sgradita eredità dello storico exploit nel torneo di Wimbledon, che gli ha permesso di diventare il primo italiano di sempre a disputare la finale del prestigioso torneo londinese. La delegazione dell'Italia Team si attesta così a 384 atleti (197 uomini - con Paratore pronto a subentrare formalmente nel golf a Molinari - e 187 donne): dopo il 16 luglio, infatti, l'ITF non consente sostituzioni rispetto alla rosa di atleti indicata dai Comitati Olimpici".

"Siete nella storia", così il premier Mario Draghi si era rivolto agli Azzurri e allo stesso Berrettini arrivati a Palazzo Chigi nella sera di lunedì 12 lugli. Nelle parole del Primo ministro si legge voglia di ripresa, orgoglio e unità. "I vostri successi sono stati straordinari. La Nazionale di calcio ha vinto gli Europei dopo oltre 50 anni, Matteo Berrettini primo italiano in finale a Wimbledon in quasi un secolo e mezzo di storia, la squadra under 23 di atletica leggera è stata prima nel medagliere agli europei, per la prima volta in 13 edizioni".

Infine: "Ci avete fatto emozionare, commuovere, gioire, abbracciare. Io sono sempre stato orgoglioso di essere italiano, ma stavolta abbiamo festeggiato insieme le vostre vittorie e ci avete reso orgogliosi di essere uniti in questa celebrazione in nome dell'Italia. Oggi lo sport segna in maniera indelebile la storia delle nazioni, ogni generazione ha i suoi ricordi: oggi siete voi ad essere entrati nella storia".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x