Domenica, 01 Agosto 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Europei 2021, finale tra Italia e Inghilterra: pronostico e precedenti

Tanti i precedenti tra Italia e Inghilterra, sfide di fuoco agli Europei come ai Mondiali, che hanno fatto la storia. Pronostico a favore degli inglesi

08 Luglio 2021

Europei 2021, finale tra Italia e Inghilterra: pronostico e precedenti

Fonte: LaPresse.it

La finale degli Europei 2021 si disputerà tra Inghilterra e Italia, precedenti a favore degli Azzurri, ma pronostico tutte per gli inglesi. La partita si giocherà domenica 11 luglio alle ore 21 allo stadio di Wembley. Dunque "in casa" degli inglesi, che hanno per altro giocato più delle metà delle partite nello stesso stadio e davanti ai loro tifosi, generando molte polemiche. Quindi, se si vuole fare un pronostico, bisogna partire proprio dal fatto che la nazionale Gareth Southgate si troverà tra "mura amiche" e in un capo che conosce bene. 

Europei 2021, finale tra Italia e Inghilterra: precedenti

"Gli italiani perdono guerre come se fossero partite di calcio e vincono partite di calcio come se fossero guerre". Queste le parole di Winston Churchill per descrivere il carattere e le priorità delle due nazioni. E tutti i torti l'ex primo ministro inglese sicuramente non li aveva. Di fatto, dobbiamo riconoscerlo anche noi. In Italia esistono solo due stagioni: il campionato e il calciomercato. Inoltre, malgrado siamo effettivamente una nazione a cui farebbe bene rivedere quali sono le sue priorità, ora non possiamo che augurarci che il grande Winston Churchill abbia ancora ragione. Questo perché, nella meravigliosa cornice di Wembley, per vincere servirà agli Azzurri una prestazione veramente battagliera.

I precedenti sono a noi favorevoli. Infatti, l'Italia, contro gli inglesi, ha perso solo una volta negli ultimi otto incroci. Per altro in quella occasione era stata una partita amichevole, che, il 15 agosto 2012, era finita 1-2. Per trovare una "vara" vittoria inglese dobbiamo tornare indietro fino al 16 novembre 1977: un 2-0 nel girone di qualificazione ai Mondiali del 1978. Mondiali che gli azzurri comunque chiusero al quarto posto ben figurando.

L'ultimo confronto ufficiale tra le due nazioni risale al 27 marzo 2018. Un'Italia molto sperimentale, per non dire a dir poco improvvisata, guidata dal ct ad interim Gigi Di Biagio, pareggiò, sempre a Wembley, con gli inglesi per 1 a 1. Era l'Italia uscita male dalle qualificazioni i Mondiali di Russia, che a sua volta aveva indotto i vertici federali a compiere una rivoluzione tecnica affidando in seguito la panchina a Mancini. In altre parole, era l'inizio di un cerchio che si chiuderà, comunque andrà a finire, domenica 11 luglio. Il calcio, d'altra parte, un po' come il destino, ha sempre avuto un senso dell'ironia ben marcato.

Europei 2021, finale tra Italia e Inghilterra: pronostico

Dobbiamo qui ricordare che nessuno, o quasi, ha mai vinto una finale europea o mondiale in casa. Solo per citare la "storia" recente, basta vedere le ultimi finale europee e mondiali. La Francia ha perso in casa contro il Portogallo. Un Portogallo che solo pochi anni prima aveva perso a sua volta tra mura amiche contro l'umilissima Grecia. E come non pensare alla finale dei mondiali del 2006, con la Germania uscita in semifinale e con l'Italia che, a Berlino, è andata a sconfiggere la Francia. Quel quasi rimane però legato alla finale mondiale di 55 anni fa, 1966, unico precedente di una partita vinta dalla squadra che giocava in casa. Ma non è un precedente in favore agli Azzurri, in quanto, a vincere quella finale furono proprio dagli inglesi. E lo stadio era proprio quello di Wembley. 

Eppure, questa è la prima finale Europea per l'Inghilterra che fino a oggi non ci è mai arrivata, più per suoi demeriti che per meriti degli avversari. Attenzione, sempre in tema pronostico, dobbiamo inoltre ricordare che l'11 luglio del 1982 l'Italia ha già vinto un mondiale. Si tratta di una data a noi favorevole, se si è scaramantici, dunque.

Infine, questa volta per fare i puntigliosi, possiamo dire che, tecnicamente, si tratta di un europeo itinerante, giocato in molte città del Vecchio Continente. Quindi, se si vuol fare una battuta, dato che la Gran Bretagna non fa più parte dell'Unione europea, possiamo quasi dire che è l'Italia a "giocare in casa".

In ogni caso, comunque andrà, la coppa tornerà effettivamente "a casa", perché tornerà in una delle due nazioni in cui è nato il calcio. Sì, lo hanno inventato gli inglesi, ma, per fare un'altra citazione, "gli italiani hanno poi insegnato loro come si gioca". Che dire? Possiamo solo sperare di insegnarglielo ancora una volta.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x