Sabato, 24 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Euro 2020 finale: Mattarella domenica a Wembley per Italia Inghilterra

Anche il presidente della Repubblica assisterà all'attesissima finale degli Europei

08 Luglio 2021

A Wembley ci sarà anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, pronto ad assistere alla finale di Euro 2020 tra Italia e Inghilterra. Lo si apprende da fonti del Quirinale.

Finale Europei Italia Inghilterra: i precedenti 

Sofferta invece la partita Italia-Spagna, che però ha portato agli Azzurri grandi soddisfazioni e speranze per la finale. Anche per l'Italia non sono mancate le polemiche degli avversari, con altrettante accuse di favoristismi che accomunano i nostri Azzurri agli inglesi. Furie Rosse spagnole sconfitti dopo aver giocato un'ottima partita. Secondo Gerard Piqué è stata fatale alla selezione iberica è la lotteria dei tiri dal dischetto che l'aveva premiata negli ottavi e nei quarti. Il campione spagnolo la prende proprio male: la sconfitta certo non è facile da accettare, soprattutto date le ottime condizioni della squadra dei diavoli rossi in campo. Il difensore catalano punta l'indice contro un aspetto in particolare: la squadra che tira per prima dal dischetto ha sicuramente un vantaggio rispetto alla seconda. 

"Non è un caso che i quattro round che tanto sono stati nel @ EURO2020 come nella Coppa America ha vinto la squadra che tira per prima. Le statistiche dicono che il primo ha più opzioni e in un torneo come questo non mi sembra giusto che un pareggio ti faccia partire svantaggiato". Queste le parole scritte da Gerard Piqué su twitter dopo il match. 

Gerard Piqué dice una bugia?  Sembra proprio che nelle sue parole ci possa essere un fondo di verità. Come riporta fanpage.it, uno studio pubblicato dall'American Economic Association ha preso in esame le più importanti partite a livello nazionale e internazionale giocate tra il 1970 e il 2000 che si sono risolti dal dischetto. Dallo studio è emerso che nel 60% dei casi, chi calcia il primo rigore, poi vince. Ecco perché il difensore catalano parla di "ingiustizia" che gli stessi autori della ricerca credono si possa evitare in un modo molto semplice… fare come il tie-break nel tennis: dopo il primo calcio di rigore, l'altra squadra potrà poi batter per prima due volte nella sequenza.

Finale Europei Italia Inghilterra, i problemi dei Tre leoni

All'alba della vittoria dell'Inghilterra, che sfiderà gli Azzurri nell'attesa finale degli Europei ci sono già delle ombre. "Tutto apparecchiato", accusano infatti dalla curva danese. Ci sono tante perplessità per il rigore concesso al 102' a Sterling, che ha permesso alla Nazionale dei Tre Leoni di sconfiggere la Danimarca. Inghilterra e soprattutto Uefa stanno affrontando una tempesta di accuse dopo quanto successo al 102' della semifinale di Euro2020 giocata a Wembley: il presunto contatto tra Sterling e Joakim Maehle, che porta al rigore deciso per la Nazionale dei Tre Leoni, è molto lieve, e soprattutto i replay evidenziano come l'attaccante inglese sia già in caduta prima del tocco del giocatore dell'Atalanta.

Sia l'arbitro Danny Makkelie, sia il Var Pol van Boekel non si accorgono poi che durante l'azione ci sono due palloni in campo in contemporanea, uno in gioco e l'altro vicino alla linea di fondo, vicinissimo all'azione, che doveva essere quindi invalidata. Gli arbitri e il Var hanno invece tirato dritto, Kane ha segnato il penalty e l'Inghilterra ha battuto la Danimarca tra le polemiche. Ma sotto accusa sui social è finita soprattutto l'Uefa per la gestione dell'Europeo. La Federazione era già stata criticata aspramente per le sei partite su sette giocate in casa dalla Nazionale inglese e per il tabellone degli ottavi molto favorevole: per tanti tifosi azzurri è un Europeo "apparecchiato" a favore dei britannici, e si teme per la Nazionale di Roberto Mancini, che domenica sfiderà proprio l'Inghilterra, sempre a Wembley, per la vittoria finale.

Chi è l'arbitro per la finale degli Europei tra Italia - Inghilterra: avanti Cüneyt Çakır

Nessuna conferma, almeno per ora. Ma secondo le ultime indiscrezioni potrebbe essere proprio il Çakır l'arbitro favorito per l'incontro Italia-Inghilterra di domenica 11 luglio. Vediamo allora chi c'è dietro al primo nome della lista dei possibili arbitri per la finale.

Potrebbe spuntarla dunque il turco Cakir, questo perché gli altri suoi colleghi blasonati hanno già arbitrato le semifinali o semplicemente sono della stessa nazionalità delle due squadre in campo. L'arbitro arriva da alcune stagioni calcistiche decisamente negative, ma ha affrontato gli Europei molto bene. Cüneyt Çakır è un arbitro di grande esperienza internazionale: è diventato il favorito dopo la designazione dell’olandese Makkelie per Inghilterra-Danimarca.

Nel risiko dei nomi in lista compaiono anche tedesco Brych (per Italia-Spagna). Al contrario, fino a ieri 7 luglio il favorito per la finale sembrava essere l’olandese Kuipers. Ma a quanto sembra emergere dalle ultime dichiarazioni, Kuipers sembra ora lontano dalle nomine per la finale. Ecco allora che sbuca nel gioco di contrappesi ed equilibri del designatore Rosetti il turco Cakir.

Chi è l'arbitro Cüneyt Çakır, inizi tra alti e bassi 

Classe 1976, in campo nazionale dirige la sua prima partita in massima serie nel settembre del 2001, a soli 25 anni. Da allora a oggi (stagione 2019-2020) ha diretto oltre 300 partite in patria, risultando tra i migliori arbitri. Il 1º gennaio 2006, a 29 anni appena compiuti, riceve la nomina della FIFA. A livello internazionale Çakır esordisce nel 2007 con la Israele-Estonia, terminata 4-0 e valida per le qualificazioni al campionato europeo del 2008. Sempre nello stesso anno partecipa al campionato europeo di calcio Under-19 in Austria, a luglio. Gli vengono assegnate due partite della fase a gironi. In questi primi anni da internazionale dirige anche turni preliminari di Coppa UEFA, l'attuale UEFA Europa League.

Da allora il fischietto turco ha arbitrato diverse partite in patria e all'estero, distinguendosi per la professionalità e la flessibilità. Ha fatto la sua fortuna da 1,5 milioni di dollari con UEFA Champions League, UEFA Europa League 2009-10, Coppa UEFA 2008-09. La celebrità e atleta del suo segno zodiacale è Sagittario e ora ha 44 anni.

 
 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x