Martedì, 04 Ottobre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

La Rai e la mossa del "Cavallo e la Torre"

Doveva essere una delle "campagne elettorali" più lunghe della storia d'Italia si è rivelata invece la più breve a causa delle elezioni anticipate

Di Marco Antonellis

13 Settembre 2022

Rai Cavallo

Il cavallo Rai di Viale Mazzini

Doveva essere una delle "campagne elettorali" più lunghe della storia d'Italia (gli ultimi sei mesi dell'anno poi l'inizio del '23) si è rivelata invece la più breve a causa delle elezioni anticipate, anzi anticipatissime volute da Sergio Mattarella.

Per questo a viale Mazzini quando ancora non c'era sentore di elezioni anticipate l'allora direttore degli approfondimenti Mario Orfeo (poi rimosso dall'amministratore delegato di viale Mazzini Fuortes) aveva pensato al "Cavallo e la Torre" (nome scelto dal titolo di un libro di Vittorio Foa) con Marco Damilano alla conduzione. Certo, ce ne vuole di coraggio per accostarsi ad un gigante del novecento come Foa. Sarebbe stato meglio adoperare maggiore cautela. Ma tant'è.

Il programma spazia dall’intervista al reportage e a un misto tra i due; sceglie temi di attualità ed ha una chiave originale di lettura dei fatti. Questo almeno nelle intenzioni degli autori. In concreto però, anche se il programma appare ben confezionato, rimane la sensazione di un "film già visto". Di sicuro però ci vorrebbe maggiore scioltezza nella conduzione. A volte troppo compassata. Una "messa a punto" dopo le prime puntate non farebbe male.

Gli ascolti per ora sono soddisfacenti (la trasmissione totalizza una media del 7% di share anche se rispetto agli stessi giorni dello scorso anno, rivela un'elaborazione della Studio Frasi, la Terza Rete fa segnare un meno 131.911 in termini di audience) sfruttando appieno il traino della campagna elettorale. Il problema saranno i mesi successivi. Quando non ci sarà più la politica a fare da richiamo e a fare rumore. Per questo ci si chiede se quel 7% è destinato a durare oppure sarà stato solamente un fuoco di paglia.

Di Marco Antonellis

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x