Domenica, 25 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Vaccini effetti collaterali e miocardite, Pfizer e Moderna sotto osservazione: i sintomi

Cambia il bugiardino dei vaccini anti-Covid Pfizer e Moderna

11 Luglio 2021

Covid vaccino

Covid vaccino (fonte foto Lapresse)

Nuovi effetti collaterali dopo i vaccini anti-Covid Pfizer e Moderna preoccupano il personale sanitario. Alcuni casi hanno convinto l'Agenzia europea del farmaco a modificare il bugiardino con le indicazioni sulla base dei possibili, "ma rari", effetti collaterali di AstraZeneca, J&J, Moderna e Pfizer.  Ecco quali sono i sintomi da non sottovalutare e che bisogna assolutamente comunicare al medico nel momento del loro manifestarsi. 

Vaccini effetti collaterali e miocardite, Pfizer e Moderna sotto osservazione: i sintomi

Nuovi effetti collaterali dopo la somministrazione dei vaccini Pfizer e Moderna: cambiato il bugiardino. La nuova scoperta sui sieri a mRNA è stata effettuata dopo che un centinaio di soggetti appena vaccinati si è rivolta ai propri medici o agli ospedali con alcuni sintomi riconducibili a miocardite e hanno concluso che a causarla potrebbe essere stato proprio il vaccino anti-Covid. Nuovi effetti collaterali dopo il vaccino dunque. E' questa la spiacevole scoperta arrivata dalla Gran Bretagna. A spiegare quanto starebbe accadendo è The Mirror, la Medicines and Healthcare products Regulatory Agency (MHRA).

Vaccini, nuovi effetti collaterali: sintomi

Gli studi sui soggetti che hanno presentato effetti collaterali nuovi dopo la somministrazione dei vaccini anti covid Pfizer e Moderna hanno riferito alcuni sintomi a cui stare molto attenti. Gli esperti hanno annunciato che chiunque manifesti "respiro corto, dolori al petto o la sensazione di avere i battiti accelerati e palpitazioni", deve immediatamente riferire i sintomi al personale medico. La scoperta è stata fatta dopo che un centinaio di pazienti ha manifestato sintomi simili alla miocardite. Si tratta comunque di casi molto rari sembrerebbero essere giovani uomini che hanno ricevuto la seconda dose. "Abbiamo studiato attentamente i report di sospette reazioni avverse, che coinvolgono problemi al cuore, come miocardite e pericardite - ha commentato June Raine, direttrice dell’MHRA -. Abbiamo concluso che i vaccini Pfizer/BionTech e Moderna possono essere collegati all’aumento di effetti collaterali. I casi sono rari e i sintomi facilmente curabili".

Stessa osservazione avvenuta nei 28 militari americani ai quali era stato somministrato Pfizer o Moderna. Si tratta, come detto prima, di pochi casi e comunque non da destare grandi preoccupazioni. "Questi casi di miocardite rappresentano un raro effetto avverso legato ai vaccini anti Covid a mRna - è stata la conclusione dei ricercatori -. Le nuove scoperte fanno aumentare la possibilità di un collegamento tra vaccini a mRna e miocardite acuta".

Vaccino effetti collaterali, in sedia a rotelle a 12 anni dopo la seconda dose: cosa è successo

Maddie ha 12 anni e la sua storia è a dir poco sconvolgente. Si ritrova in sedia a rotelle, si alimenta tramite un tubo e perde frequentemente la memoria. Tutto questo è successo dopo che Maddie ha ricevuto la doppia dose di Pfizer. La denuncia arriva dalla madre Stephanie: la figlia è arrivata a un passo dalla morte dopo la seconda inoculazione del vaccino contro il Covid.

Pfizer effetti collaterali, in sedia a rotelle a 12 anni dopo la dose: cosa è successo

Maddie de Garay, una ragazzina di 12 anni dell'Ohio, Stati Uniti, sarebbe finita in gravi condizioni dopo aver ricevuto la seconda dose del vaccino anti Covid Pfizer, lo scorso 20 gennaio, come volontaria nell'ambito della sperimentazione per la sua fascia d'età. A raccontarlo è la madre della giovanissima che denuncia come il vaccino avrebbe fatto finire sua figlia su una sedia a rotelle e di averla ridotta in fin di vita.

La vicenda sta sconvolgendo gli Stati Uniti e non solo. Come riporta Il Tempo, “durante la trasmissione televisiva “Tucker Carlson Tonight”, la De Garay ha spiegato punto per punto l’evoluzione dei fatti, con la figlia che faceva parte dei volontari per la sperimentazione del vaccino” sulla giovane fascia d’età. “L’unica diagnosi che abbiamo ottenuto per lei è che si tratta di un disturbo da sintomi neurologici funzionali, che stanno attribuendo all’ansia. Ma ironicamente, non aveva ansia prima del vaccino, era una ragazza sana”.

Spiega ancora la madre: “Mia figlia ha iniziato a sviluppare forti dolori addominali e al petto dopo la seconda, descritti da lei stessa con queste parole ‘Sembra che il mio cuore mi venga strappato dal collo’”, il racconto choc della madre della dodicenne. La De Garay si è detta una fervida sostenitrice della scienza e ha spiegato come tutti i suoi tre figli si siano sottoposti alla vaccinazione con grande entusiasmo dell’intera famiglia, ma ha poi aggiunto sul caso della figlia: “Ha avuto gastroparesi, nausea, vomito, pressione sanguigna irregolare, frequenza cardiaca e perdita di memoria”.

E ancora: “Non riesce ancora a digerire il cibo. Ha un tubo per nutrirsi. Lei non poteva camminare a un certo punto, poi poteva… Non capisco perché i medici non stiano esaminando il perché ora è tornata su una sedia a rotelle e non riesce a tenere il collo alto. Il suo il collo si tira indietro”. Sul caso dell’Ohio – tanto per specificare ancora una volta che non si tratta di una fake news complottista – ora si sta muovendo il senatore Ron Johnson, che chiede risposte alla casa farmaceutica.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x