Martedì, 02 Marzo 2021

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

salute

Coronavirus: Oms, 'felici che Usa restino in nostra famiglia nazioni'

Tedros su Twitter esprime soddisfazione per l'orientamento che arriva dagli States

21 Gennaio 2021

Coronavirus: Oms, 'felici che Usa restino in nostra famiglia nazioni'

Milano, 21 gen. (Adnkronos Salute) - "L'Oms è una famiglia di nazioni. Siamo tutti contenti che gli Stati Uniti restino nella famiglia". Così il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, commenta su Twitter le parole dell'immunologo americano Anthony Fauci che anticipano le intenzioni degli Usa sotto la presidenza di Joe Biden: restare membri dell'Oms e aderire all'iniziativa Covax sui vaccini anti Covid. Il messaggio di unione lanciato dal Dg (con a corredo la foto di lui che ascolta il discorso di Fauci) sono accompagnate dall'hashtag 'we are family'.

Il Dg Tedros si è poi rivolto direttamente al neo presidente Usa: "Grazie, presidente Biden, per aver onorato la sua promessa di mantenere l'appartenenza degli Stati Uniti all'Oms". Dopo l'annuncio di Fauci sulla promessa degli States arrivato nel corso della riunione della 148esima sessione del Comitato esecutivo dell'Oms che si è tenuta questa mattina, il Dg ha dato il "benvenuto" all'immunologo Fauci "nel Comitato esecutivo come capo della delegazione per gli Stati Uniti", ringraziandolo per "il sostegno personale all'Oms nel corso di molti anni, e specialmente nell'ultimo. Dall'inizio della pandemia abbiamo tratto enormi benefici dalla vostra partecipazione come membri dei nostri regolari appelli ai leader sanitari globali".

Questo, ha continuato il Dg nel suo discorso, "è un buon giorno per l'Oms e un buon giorno per la salute globale". Il ringraziamento di Tedros agli Usa è anche per "l'impegno a unirsi alle iniziative 'Access to Covid-19 Tools Accelerator' e 'Covax'. Dobbiamo lavorare insieme come un'unica famiglia per garantire che tutti i Paesi possano iniziare a vaccinare gli operatori sanitari e altri gruppi ad alto rischio nei primi 100 giorni del 2021. Con il vostro impegno, siamo un passo avanti".

Dalla fondazione dell'Oms nel 1948, ha ricordato il Dg, "gli Stati Uniti hanno svolto un ruolo vitale nella salute globale e il popolo americano ha dato un enorme contributo alla salute delle persone nel mondo. Non vediamo l'ora di continuare questo partenariato, come so che fanno tutti gli Stati membri. Abbiamo molto lavoro da fare e lezioni da imparare, per porre fine alla pandemia e per affrontare la lunga lista di sfide sanitarie globali, ma il mondo sarà in grado di affrontarle meglio con voi. Vi assicuro il continuo impegno dell'Oms a supportarvi con scienza, soluzioni, solidarietà e servizio".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

iGdI TV

Articoli Recenti

Più visti