Venerdì, 30 Settembre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Elezioni, Salvini e Letta replicano a Von der Leyen. Il leghista: "Parole disgustose". Il dem: "Nessun ricatto da Ue"

Von der Leyen aveva detto: "Se le cose andranno in una direzione difficile, abbiamo degli strumenti, come nel caso di Polonia e Ungheria (blocco dei fondi, ndr)"

23 Settembre 2022

Elezioni, Salvini e Letta replicano a Von der Leyen. Il leghista: "Parole disgustose". Il dem: "Nessun ricatto da Ue"

Le parole di Von der Leyen sul voto italiano non sono piaciute agli esponenti politici dei vari partiti. Salvini e Letta in primis che alla presidente della Commissione Europea che aveva dichiarato: "Se le cose andranno in una direzione difficile, abbiamo degli strumenti, come nel caso di Polonia e Ungheria (blocco dei fondi, ndr)", hanno risposto.

Elezioni, Salvini e Letta replicano alle parole di Von der Leyen

Matteo Salvini spiega su Radio Capital: "Le parole di Von der Leyen suonano di minaccia". La presidente "si preoccupi di mettere un tetto al prezzo del gas. Sono parole disgustose, il tono minaccioso è inaccettabile. Non può permettersi di influenzare, di ricattare". Il leader della Lega tra l'altro annuncia che il gruppo parlamentare della Lega presenterà una mozione di censura alla presidente della Commissione Ursula von der Leyen.

Elezioni, Letta: "No ricatti dall'Ue. Parole di Berlusconi gravissime"

Unanime l'avvertimento di Letta che dice: "Non c'è nessun ricatto, il voto di domenica sarà libero. Gli italiani sceglieranno chi andrà al governo e chi all'opposizione. Il Paese è assolutamente libero". Il leader dem però aggiunge: "Chi dà questi soldi ha legittime domande su come verranno spesi i soldi". Letta ne ha approfittato anche per commentare le parole di Silvio Berlusconi in merito al conflitto russo-ucraino. Sul fatto che secondo quest'ultimo Putin volesse "sostituire Zelensky con un governo di persone perbene".

"Son parole scandalose e gravissime. Mi chiedo e chiedo a Meloni se le condivide e se gli italiani possano condividerle. Peraltro sono parole sconclusionate; gli aiuti li ha votati Berlusconi stesso con Fi sostenendo Draghi. Siamo oltre l’immaginabile, sono parole che fanno piacere a Putin. Se domenica sera se vince la destra il primo felice sarebbe Putin. Noi siamo sempre contro l’aggressore che come dice lo stesso Berlusconi, ’usa le truppe per mettere le persone perbene'".

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x