Martedì, 04 Ottobre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Elezioni, i dem tedeschi puntano a influenzare il voto in Italia. Klingbeil: "FdI è neofascista, spaccherà l'Europa"

Il partito di Giorgia Meloni è visto male in germania in quanto "di matrice neofascista" e spaccherà l'Europa con l'appoggio di Orban

22 Settembre 2022

Politiche 2022, il democratico tedesco Klingbeil su Fratelli d'Italia: "Partito neofascista che spaccherà l'Europa"

fonte wikipedia

l presidente della Spd tedesca, Lars Klingbeil ha dichiarato che il voto in Italia sta per dividere l'Europa, in particolare Il partito popolare Europeo e la sua posizione al fianco del presidente ungherese Viktor Orban. Per questo si dice felice di aver ospitato Enrico Letta.

Klingbeil su Fratelli d'Italia: "Partito neofascista che spaccherà l'Europa"

Da una parte per la Germania c'è Enrico Letta, dall'altra c'è Giorgia Meloni. Ormai la Germania non mette nemmeno nel novero Mario Draghi che comunque sarebbe sostenuto dalle stesse forze democratiche con cui loro amano confrontarsi. Letta in Europa conosce tutti i governi democratici ed ha con loro un ottimo rapporto, e capace di un lavoro di squadra e di fare scelte in sinergia. Ma dall'altra c'è Giorgia Meloni che rappresenta la destra di ferro, almeno questo è nell'ottica dei tedeschi che, nonostante tutte le rassicurazioni di Giorgia Meloni, vedono la sua elezione come un vero e proprio pericolo.

Secondo la sinistra tedesca, il centrodestra italiano fomenta l'opinione pubblica contro la Germania. Ma sull'evento che ha visto Manfred Weber, il presidente dei popolari tedeschi, venire in Italia per appoggiare il centro-destra, la sinistra tedesca si dice preoccupata. E nel mostrare preoccupazione continua ad etichettare il partito di Giorgia Meloni neofascista.

Infatti la sociale democrazia europea governo in otto paesi europei e attualmente è interessata alle elezioni politiche di 13 paesi.

Energia, Klingbeil: "L'Europa vuole dare ai consumatori gli extraprofitti delle società energetiche"

Ma la Germania ha anche un importante ruolo sulla partita dell'energia. Proprio di qualche giorno fa la notizia che Germani e Francia sarebbero interessate da un interscambio bilaterale di energia elettrica, una sorta di corsia preferenziale privilegiata che però ha tolto all'Italia al 5% dell'energia proveniente dalla Germania. La Germania dal canto suo ha potuto sperimentare il completo fallimento del piano nucleare. Su 53 centrali nucleari sono in funzione soltanto ventitre.

Quindi alla domanda fatta dal Corriere della Sera in merito all'opposizione tedesca al Price Cap europeo, dicendo che in Europa si è aperta la strada per restituire i consumatori gli extra profitti delle imprese che producono energia elettrica con fonti diversa dal gas. Si tratta di una sorta di nazionalizzazione diretta all'utente che in questo modo potrebbe sperimentare sulla bolletta un abbassamento del prezzo ovviamente a scapito del gestore elettrico.

Poi conclude dicendo che la Germania è ancora favorevole a inviare armi a Kiev.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x